Maurizio De Giovanni: “Napoli, troppi infortuni. In 10 giorni ci si gioca tutto”

“Gli infortuni hanno condizionato il Napoli”. Così Maurizio de Giovanni, intervenendo quest’oggi a Febbre a 90, in onda su Vikonos Web Radio/Tv. Ecco le sue dichiarazioni:

“Sapevamo che a Cagliari sarebbe stata dura, del resto ci saranno sempre sfide tra chi lotta per lo scudetto e chi invece si deve salvare. Ora affrontiamo questo ciclo con l’ennesimo gran numero di indisponibili, a Cagliari senza 6 titolari su 10 di movimento, nessuna squadra può fare a meno di un tale numero di giocatori. Non è normale che ci siano così tanti infortunati. L’Inter, ad esempio,  ne ha pochissimi, perché il Napoli così tanti? C’è qualcosa che non va, è evidente. Ma cosa? Spalletti s’è messo a specchio con il Cagliari, costretto a duelli con il coltello tra i denti in un sistema non proprio congeniale agli azzurri, è solo logica conseguenza dell’impossibilità di schierare i giocatori più importanti. Gli infortuni hanno condizionato la gara, a mio parere.

Da oggi al 6 marzo il Napoli si gioca la stagione, o meglio, le sue ambizioni: se dovesse essere eliminato dall’Europa League o se i risultati con Lazio e Milan dovessero ridimensionare la posizione degli azzurri in testa alla classifica, allora si rientrerebbe solo nel canonico obiettivo di stagione, cioè il piazzamento Champions. Se, invece, il Napoli dovesse fare bottino pieno…”.

Commenti