Gli interventi di Furio Valcareggi e Rino Cesarano a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Furio Valcareggi, agente.
“Lega e Federazione sono sempre state poco in sintonia. La Lega per questo non aiuta la Nazionale, se non per l’essenziale. Ci hanno beccati in un momento in cui nessuno dei nostri era in forma. Speravo in Verratti e in Jorginho. Ci è mancato Chiesa che è stato il migliore all’Europeo. Ma Insigne, Immobile, Barella, Donnarumma non erano in forma. Berardi ha iniziato bene ma ha fallito un paio di occasioni. Si è perso perché non siamo riusciti a fare un gol, ci sono state tante somme di errori. L’Europeo è stato esaltato da tutta la stampa ed è stato vinto con 3 tempi supplementari. La Spagna ci ha preso a pallate e abbiamo vinto ai rigori. Che l’Italia non faccia per due volte di fila i Mondiali è drammatico. Tutti devono riflettere.
A Firenze se si fa male il centravanti bisogna prenderne un altro di nome, altrimenti la gente non è contenta. Il Barcellona ha un sacco di giovani e sono dei fenomeni. Sento dire che nessuno è responsabile, all’Europeo abbiamo vinto ma non siamo stati i migliori. La colpa è del mister e di chi dirige”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Rino Cesarano, giornalista.
“Dobbiamo partire da due presupposti. La Nazionale era in grado di battere largamente la Macedonia se ci fosse arrivata in condizioni ottimali e con tutti i giocatori disponibili. Il calcio italiano, diciamo la verità, deve cambiare mentalità e ha bisogno di riforme, manca una cultura sportiva. Il problema degli stranieri è un problema ma non è il problema. Il management è un po’ vecchio e c’è da dire che la frizione tra Lega e Federcalcio non porta da nessuna parte. Le due istituzioni non si parlano, diventa difficile così. Ormai è arrivato il momento di rischiare. Stiamo ancora a pensare se deve giocare Zanoli o Malcuit, con il secondo che va via a giugno? Non so chi sceglierà Spalletti ma per me non ce l’ha minima discussione. Zanoli andava schierato anche prima ma un po’ di minutaggio in più andava dato. In Italia manchiamo di troppe cose e questi sono dati di fatto. Il settore giovanile manca di istruttori veri, bisogna investire e questo devono farlo dall’alto. Vediamo cosa farà il nuovo presidente della Lega cosa farà ma non mi sembra ci sia la volontà di mediare”.

Commenti