Gli interventi di Beppe Accardi, Francesco Baiano e Mauro Pepe a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Beppe Accardi, agente.
“Per me quest’annata è anche più difficile di quella dell’anno scorso. Ci sono tanti problemi legati a tante cose ma fino alla fine del campionato non si saprà chi vincerà il titolo. Juventus di nuovo in gioco? Mi sembra difficile. La Fiorentina rompe un po’ le scatole, giocare contro di loro non è facile per nessuno. Ieri hanno fatto la partita perfetta, il Napoli non è stato perfetto nelle situazioni. Ma il Napoli ha tutto il diritto di poter vincere questo campionato.
Mertens e Ospina sono da rinnovare? Sta succedendo una cosa strana in generale, le società stanno facendo scelte molto forti e responsabili dal punto di vista economico. La Juventus è disposta a perdere uno come Dybala. Bisogna vedre la differenza tra quanto vogliono loro e quanto chiede la società. Sicuramente sono importanti in campo e nello spogliatoio, il buonsenso deve trovare una logica e una via d’incontro. Loro hanno bisogno del Napoli come il Napoli di loro”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Francesco Baiano, allenatore.
“La Fiorentina ha battuto il Napoli facendo una grandissima partita, limitando al massimo le bocche di fuoco del Napoli. Ha dominato in mezzo al campo, lì si vincono le partite. Ha fatto un grande lavoro Italiano così come Spalletti. Le partite però le vincono i calciatori. Mertens vicino a Osimhen? Così il nigeriano potrebbe avere più spazi. Quando si fa il calciatore si può anche sbagliare, ci sono tante componenti che poi ti portano a sbagliare. A livello tecnico Lozano non è un genio, non è Insigne o Mertens. Fabian Ruiz e Zielinski? Ci facciamo prendere troppo dai risultati. Sono bravi e possono giocare insieme. Poi ovviamente bisogna vedere anche la condizione della squadra”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Mauro Pepe, mental coach.
“Koulibaly fa il comandante mentre Spalletti ha capito che ieri il Napoli ha perso perché ha sentito troppo la pressione e ha provato ad annullare le pressioni per le prossime partite. Quando la squadra deve vincere si sente la pressione e spesso quando è così si fanno errori incomprensibili. Bisogna provare a preparare solo la prossima partita e non pensare alla prossima partita. Bisogna ridurre le cose”.

Commenti