Benevento impreciso: un gol dell’ex Camporese lo castiga

Si recupera la 28^ giornata del campionato di serie B, una sfida che consentirebbe al Benevento, in caso di vittoria, di agganciare la seconda posizione in classifica in compagnia di Monza e Cremonese. Padroni di casa che devono fare a meno di Sy e Laura per infortunio. Tra i pali Matosevic, mentre si rivedono Rigione e Camporese che completano il trio difensivo con Vaisanen.  A centrocampo Carraro agirà in cabina di regia con Gerbo e Florenzi ai lati. Situm e Di Pardo sulle corsie esterne. In attacco Caso e Larrivey.

Strega che deve fare a meno di Calò, Glik e Lapadula, pertanto, mister Caserta si affida al tridente di attacco composto da Farias, Forte e Improta. In mediana Acampora e Ionita daranno manforte al playmaker Viviani. A protezione di Paleari, Barba e Vogliacco i centrali difensivi con Letizia ed Elia ad agire sulle corsie esterne.

Ad arbitrare il match il signor Simone Sozza della sezione di Seregno

La gara

Al 12’ arriva il primo squillo di marca cosentina: tiro di Situm respinto da Paleari, bravo anche a bloccare il secondo tentativo di Caso. Occasionissima per il Benevento al 24’: Farias, tutto solo davanti al portiere, spreca la rete del vantaggio e calcia il pallone alto. Il Cosenza ci prova con una conclusione a giro di Caso al 36’, ma il pallone esce di qualche metro. Numero di Farias al 39’ che serve Forte, la cui conclusione sorvola non di molto la traversa. Si chiude sullo zero a zero una prima frazione di gara molto equilibrata. Un’occasione per parte, ma clamorosa quella del Benevento con Farias.

Altra occasione per il Benevento al 49’: Forte serve per Acampora che calcia fuori da posizione favorevolissima. Baricentro alto per la Strega che cerca di prendere in mano le redini del gioco ma deve stare attenta alle ripartenze dei padroni di casa. Forte riesce ad approfittare di un controllo difettoso di Camporese e serve Improta che impegna Matosevic al 53’. Ancora Benevento pericoloso con Letizia al 62’: servito da Farias, il difensore trova la parata di Matosevic che salva di piede.

Viviani fa tremare il Cosenza al 74′: conclusione dai 20 metri che sfiora l’incrocio dei pali. Numero di Acampora all’80’ che entra in area a calcia sul primo palo ma trova pronto il riflesso di Matosevic che salva i suoi dalla capitolazione. Vantaggio del Cosenza all’87’ con il gol dell’ex Camporese, che svetta di testa sugli sviluppi di un corner battuto da Florenzi. Si spinge tutto in avanti il Benevento che cerca di trovare quantomeno il pari nei quattro minuti di recupero concessi dall’arbitro. La dea bendata dice no a Brignola, subentrato a Ionita. La conclusione dell’attaccante del Benevento si stampa sulla traversa al 91′. Nulla da fare, la Strega viene sconfitta da un gol di Camporese nel finale di gara.

Commenti
avatar

Claudio Donato

Claudio Donato, giornalista-pubblicista. Al suo attivo già diverse collaborazioni con varie testate giornalistiche.