LE PAGELLE – Insigne illumina il suo saluto a Napoli

OSPINA 6.5 – Reattivo tra i pali, preciso nella prima impostazione.

DI LORENZO 6.5 – Assist e quasi-gol, negatogli solo dalla ripetizione, all’interno di una prestazione solida come sempre.

RRAHMANI 6.5 – Prestazione sicura e senza sbavature, con pure qualche giocata di buona tecnica in uscita dal pressing avversario.

Koulibaly 6.5 – Vede sfilare alle spalle gli avversari in un paio di circostanze, durante la prima fase di grande aggressività del Genoa, ma gestisce tutte le situazioni di contrasto con grande dominanza.

Mario Rui 7 – Attento in chiusura e preciso in costruzione. La sua ennesima ottima prestazione di questa stagione..
(Ghoulam 6.5 – Saluta il Maradona con tante corse piene di voglia e di rimpianti per una carriera smorzata nel suo momento migliore)

Fabiàn 6.5 – Gestisce le palle in uscita dalla difesa con grande tecnica e tranquillità, anche quando il pressing avversario appariva asfissiante.
(Lobotka 7 – Il suo primo gol in azzurro è il sugello di una stagione per lui eccellente)

Anguissa 7 – Offre fisicità e qualità come nella fase iniziale della stagione, a ricordare quanto pesante sia stata la sua assenza durante la Coppa d’Africa.
(Demme s.v.)

Lozano 6.5 – Ha voglia di fare e con la sua velocità mette spesso in apprensione Criscito. Gli manca però l’acuto decisivo per concretizzare le sue iniziative.

Mertens 7.5 – Si esalta negli scambi con Insigne e vede il gioco prima e meglio degli altri, con una qualità superiore alla media nelle esecuzioni. Cosa sarebbe stato di questa stagione con un suo impiego più costante al fianco di Osimhen, rimarrà l’interrogativo più gravoso sulla coscienza di Spalletti.

Insigne 8 – Saluta con un gol, ma si vede che sembra avere ritrovato, per l’occasione, voglia, giocate e leggerezza dei tempi migliori. Il suo saluto a Napoli è colmo di tristezza e rimpianti, ma la sua storia in azzurro rimane tra le più belle della storia partenopea.
(Elmas s.v.)

Osimhen 7.5 – Il colpo di testa in area è il suo vero marchio di fabbrica, altro che palla lunga! Bomber vero d’aria di rigore, un pericolo costante per i difensori avversari.

 

Commenti