Gli interventi di Paolo Bargiggia a “1 Football Club”

A “1 Football Club”, programma radiofonico condotto da Luca Cerchione in onda su 1 Station Radio, è intervenuto Paolo Bargiggia, giornalista esperto di calciomercato. Di seguito, un estratto raccolto dalla redazione di IlSognoNelCuore.com.

In casa Napoli è stato risolto il rebus portiere: Ospina è pronto all’addio, sarà Meret il titolare, giusto? “Avevamo già anticipato che il Napoli si era ormai convinto a mollare Ospina, poiché il colombiano non ha risposto all’offerta effettuata da De Laurentiis. David è ormai fuori dai giochi, attualmente non ci sono possibilità che possa rinnovare, escludendo eventuali colpi di scena. Da qualche giorno la società ha avviato i contatti con Meret per il rinnovo ed offriranno al portiere un contratto da quattro anni con un’opzione per il quinto. Ad Alex sarà offerto un aumento dell’ingaggio a 1,5 milione di euro, più alcuni bonus. Per chiudere questo tema, non confermo al 100% l’assenza di Ospina dai radar del Napoli”.Qualora il colombiano dovesse prendere in considerazione l’idea di rinnovare con il Napoli, quale sarebbe la risposta della società? “Credo che il Napoli abbia già deciso di non proseguire con l’ex Arsenal, la società non avrebbe gradito la condotta del calciatore e preferirebbe puntare su Meret”. Per quanto concerne il portiere italiano, è giusto confermarlo ed offrirgli un ritocco dell’ingaggio? “Onestamente non saprei, bisogna verificare anche l’effettiva offerta effettuata dalla società ad Ospina. Il Napoli, tuttavia, è sempre stato coerente dal punto di vista di Meret, perché il club considera questo calciatore allo stesso livello degli estremi difensori di Serie A, eccetto Maignan del Milan. La società crede fermamente nelle qualità tecniche del giocatore” Per quanto riguarda Fabian Ruiz, negli ultimi giorni si è parlato di un possibile scambio con De Paul con l’Atletico: se non dovesse rinnovare, sarebbe una soluzione valida, in seguito al muro contro muro della società con il calciatore? “Confermo tale filosofia del Napoli e questi scontri con il giocatore. La società, infatti, sta avendo un approccio duro con Fabian. Quest’ultimo guadagna circa 1 milione 800.000 mila euro. I suoi agenti non hanno mai effettuato un richiesta di rinnovo, ma se dovessero, chiederebbero sicuramente un prolungamento di contratto con un ingaggio più elevato. Il calciatore, tuttavia, vuole lasciare la squadra, il Napoli dunque ascolterà delle offerte importanti, oppure sarà probabilmente relegato in panchina poiché sarà escluso dal progetto del club. È in atto un muro contro muro. Riporto l’interesse da parte dell’Arsenal e della Juve, anche se bianconeri non possono avanzare proposte da 30/40 milioni. Lo spagnolo vuole tornare in Liga, anche se non ha presentato alla squadra nessuna proposta ufficiale. Se il Napoli non dovesse cedere lo spagnolo, non sarà ingaggiato nessun altro centrocampista”. La filosofia della Juve sembra essere “vorrei ma non posso”, vale lo stesso discorso con Koulibaly: forse sta pagando lo sforzo della cattiva amministrazione negli ultimi anni? “La Juve si era anche avvicinata a Milinkovic Savic precedentemente, ma si sta “divorando” il progetto giovani avviato due anni fa, anche perché Allegri vuole calciatori d’esperienza. Attualmente si è trovata costretta ad attuare la vecchia politica dei parametri zero, ma è una politica attualmente che non sta offrendo i frutti auspicati. In una situazione grottesca, quest’oggi è stata divulgata la notizia secondo cui Luis Suarez sarebbe stato offerto al club piemontese, nonostante lo scandalo di qualche anno fa. Sono sicuro che Allegri ci stia pensando, ma non credo che la Juve ingaggerebbe l’uruguaiano, assumerebbe un atteggiamento ridicolo”. Per quanto concerne il mercato dell’Inter, Dybala sarebbe ad un passo, con il Chelsea si sta trattando di Lukaku: il club dovrebbe cedere un calciatore per ingaggiare i primi due? “Innanzitutto l’Inter ingaggierebbe Dybala da svincolato e Lukaku in prestito dal Chelsea, soltanto le cifre del contratto rappresenterebbero un problema. Paulo attualmente non ha altre offerte e non ha grande mercato, si tratta di una trattativa unilaterale con la beneamata. La Roma non si sarebbe avvicinata minimamente alle cifre richieste dall’argentina. Ma i nerazzurri dovranno sicuramente effettuare una cessione, Skriniar è finito nel mirino del Psg e potrebbe lasciare il club. Inoltre è entrata nel vivo la trattativa con il Cagliari per Bellanova, e si tratta anche per Asllani dell’Empoli. L’arrivo di Bremer, invece, è legato alla cessione di Skriniar o di un altro difensore. È promesso sposo dellinter, ma Cairo sta aspettando l’offerta dei nerazzurri. Si tratterebbe di un’operazione da 30 milioni, ma il Toro sta attendendo anche per comprendere il genere dell’operazione da attuare. Alla fine il brasiliano andrà però all’Inter, poiché è promesso sposo dei nerazzurri, quasi come Deulofeu al Napoli, anche se lo spagnolo potrebbe ascoltare anche altre”. Il Napoli è in pressing su Deulofeu, ma pare non sia così vicino: la società ha raggiunto l’accordo con lo spagnolo, ma come procedere la trattativa con l’Udinese? “Deulofeu sembra che non sia così vicino: in realtà non c’è una trattativa cocreta con l’Udinese, nonostante l’accordo di massimo di 2 milioni raggiunto con il giocatore. Non c’è nessuna trattativa in corso con l’Udinese, anche perché la filosofia di De Laurentiis è chiara: entrambe Deulofeu solo se dovesse essere ceduto uno tra Politano e Ounas. Non basterà neppure l’uscita di Mertens per ingaggiare l’ex Milan”. Ostigard invece è più vicino?” La trattativa è in fase avanzata, alla fine l’affare con il Brighton andrà in porto, anche se soltanto alle condizioni degli azzurri. Gli inglesi chiedono 6 milioni, ma si sta trattando per trovare un accordo. La sensazione è che comunque Ostigard sarà il quarto difensore della squadra”. Politano e demme sono in orbita Valencia? “Il Valencia è interessato a questi due azzurri, ma attualmente non ha i soldi per ingaggiare i giocatori e di conseguenza non ha fatto proposte. Ha una situazione simile al Barcellona. Non ci sono trattative con il Napoli per quanto concerne i calciatori citati”. Per quanto riguarda l’ndice di liquidità di Serie A, il ricorso accolto ieri può cambiare la sanità dei bilanci delle squadre italiane o la situazione resterà invariata? “Ieri è stato rimosso questo paletto, il ricorso della Lega è stato accolto. Dal punto di vista del principio costituzionale, non c’è più l’indice di liquidità per iscriversi da parte dei club. Bisognerà considerare altre lenti di osservazione, come i nuovi parametri imposti dalla Uefa”. Per quanto concerne il mercato del Milan “De Katelaere, talento del Club Brudge, consigliato anche da Nainggolan, è un calciatore di livello dal punto di vista tecnico. È molto duttile e può ricoprire diversi ruoli nel reparto offensivo. C’è una richiesta importante di 40 milioni da parte del club belga, ma a 30 più bonus si può chiudere l’operazione. Se dovessero ingaggiare il belga, il Milan non virerà su un’ulteriore attaccante. Scamacca non arriverà, nonostante i tanti accostamenti degli ultimi giorni. L’affare Renato Sanches è in dirittura d’arrivo. C’è, invece, un punto interrogativo su Botman, ed è spuntato il nome di Pablo Marì, in prestito all’Udinese, di proprietà dell’Arsenal, come possibile innesto in difesa”. La Roma invece sta puntando su calciatori d’esperienza, giusto? “Questa è la filosofia di Mourinho, ingaggiare calciatori con un’età avanzata. Lo sguardo del club non sembra esserci rivolto al futuro e ai giovani da ingaggiare. I gialloross, dunque, rischiano di ritrovarsi in rosa giocatori con tanti problemi fisici e tempi di recupero più avanzati. L’unica eccezione potrebbe essere Celik del Lilla, un’operazione di mercato da seguire dettagliatamente”. Fronte Lazio, Sarri ha richiesto particolari calciatori per il suo gioco? “La filosofia della Lazio è diversa, opposta a quella della Roma, sembra esserci una richiesta assidua dei giovani. Carnesecchi è un obiettivo per la porta, anche se il giovane portiere sarà sottoposto ad un’operazione. Non c’è nulla di particolarmente imminente”. La stagione dell’Atalanta è stata deludente: si sta muovendo per avere un tesoretto da investire sul mercato, in seguito alla mancata qualificazione alla Champions? “Con la mancata qualificazione alla Champions, non riscatterà Demiral, che tornerà alla Juve. C’è stato il cambio di proprietà e persiste all’interno dell’ambiente nerazzurro un dibattito. Si considera rischiosa la scelta proseguire con Gasperini, che vuole calciatori giovani per poter ripartire. Ma potrebbe non esserci convergenza con la proprietà. Singo del Toro è un obiettivo della Dea, come anche il terzino Tavares dell’Arsenal ed anche Ilic del Verona. Ci sono, inoltre, delle richieste per il giovane Scalvini, tra cui anche una dell’Atletico Madrid”. C’è un nome in casa Napoli per sostituire Mertens? “Non c’è un nome preciso, il Napoli non è ancora alla ricerca di un eventuale sostituto. La società, tuttavia, ritiene di avere già in squadra il possibile erede: Andrea Petagna”. Per quanto riguarda Koulibaly, sulle sue tracce ci sarebbe il Chelsea? “Ci sono stati dei segnali in questi giorni, ma non è in atto nessuna trattativa ufficiale. Il Chelsea è alla ricerca di un difensore per sostituire Rudiger, ma siamo solo agli antipodi. Koulibaly andrà via somtantl se dovesse arrivare un’offerta allettante, altrimenti resterà sotto l’ombra del Vesuvio. Il Napoli sicuramente sta sondando e valutando alcuni calciatori. Bremer, tuttavia, ha già un accordo con l’Inter, inoltre l’ingaggio proposto dai nerazzurri è eccessivamente elevato per gli standard del Napoli”.

Commenti