LE PAGELLE DEGLI AZZURRI – Lobotka maestro, Anguissa e Zielinski incontenibili

Meret 7 – Sicuro e reattivo tra i pali, attento nelle uscite. Prestazione scaccia-dubbi.

Di Lorenzo 6 – Soffre un po’ la reattività di Luis Diaz e sbaglia in occasione del gol del 4-1 dei Reds, ma l’impegno non manca.

Rrahamni 7 – Personalità ed attenzione nelle chiusure. Grande inizio di stagione per lui.

Kim 7 – Concreto e concentrato. Una sola disattenzione intorno al 65°, ma dalle sue parti è davvero difficile passare.

Olivera 6.5 – Annulla Salah e ci mette fisico e corsa.
(Mario Rui s.v.)

Anguissa 8 – Un po’ Kante, quando sradica con ferocia il pallone dai piedi degli avversari, un po’ Zidane, quando supera con eleganti ruleta i centrocampisti avversari. Davvero incontenibile.

Lobotka 7.5 – Come il miglior direttore d’orchestra, guida il centrocampo del Napoli con qualità e personalità ammirabile. Maestro.

Zielinski 8 – Due gol, assist, giocate di qualità sopraffina ed una nuova attitudine da leader. Se si conferma su questi livelli, rischia di rivelarsi un grande ed inaspettato “nuovo acquisto” per gli azzurri.
(Elmas – s.v.)

Politano 6.5 – Meno appariscente degli altri compagni di reparto, ma corre e si sacrifica tanto per la squadra.
(Lozano 6.5 – Entra con buona attitudine e mette spesso in difficoltà la difesa del Liverpool con ripartenze palla al piede. Gli manca solo la concretezza.)

Osimhen 7 – Croce e delizia…ma più delizia. Con i suoi movimenti in velocità manda al manicomio Gomez e Van Dijk con i suoi movimenti in profondità. Sbaglia il rigore e si infortuna nella parte finale del primo tempo, ma i difensori del Liverpool non lo dimenticheranno facilmente.
(Simeone 7 – Esordio in Champions molto sentito per lui. Segna e si batte per la squadra.)

Kvaratskhelia 7.5 – Giocate di qualità superiore. Il Liverpool gli lascia tanti spazi e lui e Osimhen ci sguazzano per tutto il primo tempo. Ma Klopp avrà mai visto giocare il Napoli?
(Zerbin 6.5 – Entra con personalità e spirito di sacrificio, dando ragione a Spalletti che lo manda in campo senza remore).

Commenti