ESCLUSIVA – Giulio Tedeschi (Ag. Fifa): “Reina e Hamsik andranno via”

Con il campionato ormai ai titoli di coda, è soprattutto il calciomercato a tenere banco. Per entrare nel vivo dell’argomento, abbiamo avuto il piacere di intervistare in esclusiva l’agente Fifa,Giulio Tedeschi, procuratore fra gli altri di diversi calciatori tra SudAmerca ed Europa.

Come reputi la stagione del Napoli?

La stagione è ancora in corso. Chi reputa questo campionato come fallimentare a mio avviso sbaglia. Il Napoli è in una fase di transizione, quando si cambia allenatore, che gioca con uno schema del tutto diverso dal precedente, si incappa in giocatori che devono abituarsi a giocare come vuole il nuovo mister. Non dimentichiamoci poi che tutti gli acquisti del Napoli, eccetto Jorginho che ha avuto un periodo di adattamento con il Verona, sono alla prima esperienza in A, e penso che abbiano risposto più che bene. C’è una finale di coppa Italia da giocare, la Fiorentina non avrà cuadrado e se lo recupererà, di certo non avrà il miglior Rossi.”

Quindi l’eventuale vittoria della Coppa Italia, renderà più positiva la stagione azzurra?

Io per ora la vedo come parzialmente soddisfacente. Un terzo posto relativamente non a rischio, una finale da giocare. Sicuramente, il campionato non è stato esaltante, troppi punti persi con le piccole e per di più al San Paolo. La vittoria della coppa Italia non varrà un campionato, ma sicuramente sarà un nuovo punto di partenza per costruire una stagione ancora più esaltante l’anno prossimo”.

Secondo te, cosa manca ancora a questo Napoli per lottare per lo scudetto alla pari con la Juve?

La sicurezza dei propri mezzi in primis, e questa si acquista solo con la continuità di guida tecnica e poi una panchina che sia all’altezza della prima squadra. Giocatori come Britos, Fernandez, Maggio, Dzemaili, lo stesso Inler, Zapata…sono giocatori che se si vuole puntare a vincere lo scudetto, non possono essere presenti in rosa, almeno non come primi rincalzi. La differenza sta tutta qui: la Juventus a centrocampo ad esempio, ha Pirlo, Pogba e Vidal, se uno dei tre non gioca, gli entra Marchisio. Lo stesso in attacco: Tevez, Osvaldo, Llorente, Giovinco, Vucinic e Quagliarella. Addirittura per me sono troppi.”

Mascherano e Vermaelen possono davvero arrivare al Napoli?

Dunque: premessa doverosa da fare per chi come me, lavora nel settore. Caso Mascherano: è stata fatta molta disinformazione sulla sanzione imposta dalla Fifa al Barcellona, cioè il divieto di fare mercato fino al 2015. Si è erroneamente pensato che la sanzione colpisse solo il mercato in entrata, invece il disposto dell’articolo 19 dello statuto FIFA, vieta il mercato sia in entrata che in uscita, la ratio sta nel voler bloccare qualsiasi utile alla società che si è resa protagonista di tale violazione. Quindi in tal senso è ovvio che da addetto ai lavori, dico che se la sanzione dovesse essere effettiva fino ad estate 2015, Mascherano non potrà arrivare a Napoli per impossibilità tecnica. Vermaelen invece è un ottimo difensore, strapparlo ad un Arsenal che non sta facendo benissimo in Premier, e rischia anche la Champions, sarebbe un’ottima operazione. Forse conveniente per tutte le parti se l’Arsenal non dovesse raggiungere la zona Champions”. 

Rimanendo al discorso Barcellona, secondo te come finirà la vicenda relativa proprio alla squalifica per due sessioni di mercato?

Il Barcellona è una tra le società più influenti del mondo. Bloccare il mercato vorrebbe dire bloccare tanti procuratori già in pre accordo con loro e comunque bloccare un giro di danaro importante. Il calcio è uno sport, ma per chi ci lavora è un business. Ovviamente le sanzioni esistono per un motivo, per essere applicate. Ci sarà un braccio di ferro tra Barcellona e FIFA immagino, e da un punto di vista professionale, mi auguro che la FIFA faccia rispettare le sanzioni applicate”.

Tornando al Napoli, perché Benitez si è innamorato calcisticamente di Gonalons?

Ho avuto modo di vedere Gonalons in diverse occasioni. Mi ha sempre fatto un’ottima impressione, un giocatore dell’89, maturo, capace di gestire più ruoli di centrocampo. E’ forte fisicamente, quasi 1.90 mt. Ha un buon calcio, visione discreta di gioco, e quello che mi ha colpito ogni volta è il suo saper stare in campo. E’ molto ordinato, si trova spesso nel posto giusto al momento giusto. Lo prenderei subito”.

Nel prossimo mercato, secondo te, il Napoli potrà essere la regina del calciomercato italiano?

L’anno prossimo vedo Inter Napoli e Juve molto attive. La Juventus sarà legata al discorso Pogba, dovesse partire gireranno moltissimi soldi in casa bianconera. L’inter è in rifondazione, ha già comprato un fantastico difensore centrale come Vidic e comprerà dai 4 giocatori in su, il Napoli ha un bilancio in attivo e una stagione da protagonista da giocarsi. I giocatori di cui parlavamo prima, almeno per metà, andranno via per davvero. Quindi questo porterà sicuramente a diverse operazioni di mercato. Spesso però la “regina” del mercato non si decide dal numero di operazioni, ma dalla bontà delle stesse.Quindi in conclusione, per me Inter, Juventus e Napoli sono le potenziali regine”.

Pensi che Hamsik verrà ceduto? In questo caso chi potrebbe essere il sostituto?

Hamsik potrebbe essere ceduto. Questa stagione non è stata esaltante, nello scacchiere tattico di Benitez Hamsik fatica a trovare il giusto collocamento. Il problema è che ora sarà difficile cedere un giocatore che ha dimostrato di valere sotto i 15 milioni questa stagione, ai 30-35 richiesti da De Laurentiis. Dovesse essere ceduto, io occupandomi proprio di calcio inglese, consigliereigiocatori giovani della premier. Dovessi prendere un giocatore duttile tatticamente, prenderei Eriksen del Tottenham, funambolo, sa giocare in mediana,dietro le punte,esterno sinistro alto, completo, ottimo tiratore di punizioni. Imprevedibile”.

Reina secondo te rimane o arriverà Marchetti?

Nessuno dei 2. Reina tornerà a Liverpool, poi si deciderà il da farsi. Marchetti ha richieste alte, il Napoli ha preso Andujar (comunque girabile in prestito), e ha Rafael sul quale si punta come titolare. Non mi aspetto un altro acquisto in porta”.

Mariano Potena

Commenti