Lieve miglioramento per Ciro Esposito. La madre: “Contenta per la solidarietà”

La lotta tra la vita e la morte di Ciro Esposito, il ragazzo ferito a Roma negli scontri che hanno preceduto la finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, sta dando i frutti sperati. “La situazione si sta stabilizzando – hanno infatti spiegato i medici del Genelli -. Non c’è stato alcun peggioramento, anzi si registra un lieve miglioramento”. E ancora: “La condizione rimane comunque grave e continua l’assistenza delle funzioni vitali”.

14:56 I PM: “COMMANDO ULTRAS’, ALMENO 4 CON DE SANTIS”
Almeno quattro persone, con il casco in testa, erano con l’ex ultras romanista Daniele De Santis quando e’ avvenuta la sassaiola, con lancio di petardi, contro un bus con i tifosi del Napoli in transito verso lo stadio Olimpico in vista della finale di Coppa Italia di sabato scorso. Ne sono convinti i pm dopo aver ascoltato i testimoni.
14:37 I LEGALI DI DE SANTIS: “INDIZI PARZIALI”
“E’ evidente che il giudizio del gip sul quadro indiziario a carico di De Santis non puo’ che essere letto come parziale ‘allo stato della documentazione in atti’ come ha eloquentemente scritto il gip nella sua ordinanza”. Lo affermano in una nota gli avvocati Tommaso Politi e Michele D’Urso, difensori di Daniele De Santis, in carcere per l’accusa di tentato omicidio ai danni di tre tifosi del Napoli. “Teniamo ad evidenziare e ribadire quanto gia’ affermato ieri, dopo l’udienza di convalida: il gip ha dovuto decidere – proseguono i penalisti- senza poter prendere visione dell’esame stub, in quanto lo stesso sorprendentemente ancora ieri non risultava inviato dalla Questura”. I penalisti affermano, inoltre, che “solo questa mattina, infatti, l’accertamento sarebbe pervenuto in procura ma ancora non e’ a disposizione della difesa. Nelle prossime ore i nostri consulenti saranno finalmente in condizioni di esaminare gli esiti dello stub che finora costituisce l’unico elemento di valutazione scientifica e obbiettiva per ricostruire la dinamica dei fatti”.

13:35 LA MADRE DI CIRO: “CONTENTA PER LA SOLIDARIETA'”
Non si ferma la solidarieta’ nei confronti della famiglia di Ciro Esposito, il tifoso del Napoli ferito a colpi di pistola sabato scorso prima della finale di Coppa Italia e ora ricoverato in rianimazione al Gemelli. “Sono contenta di tutta questa solidarieta’ – spiega Antonella, la mamma del ragazzo -. Molte persone ieri ci hanno portato panini e pizzette. Ed e’ vero – ha ribadito – che grazie al presidente del Napoli club di Roma abbiamo a disposizione alcune stanze d’albergo. Siamo ospitati gratuitamente, anche se si fa un po’ di fatica ad addormentarsi”.

12:27 GIP: “HA SPARATO SOLO DE SANTIS”
Il gip di Roma, nell’ordinanza che dispone l’arresto in carcere di Daniele De Santis, afferma che “allo stato della documentazione in atti, si ritiene individuato in De Santis l’autore dei colpi d’arma da fuoco”. Il magistrato, a conferma di questo, cita la testimonianza di un testimone, un tifoso del Napoli.

11:46 GIP: “DE SANTIS NATURA INCONTENIBILE E VIOLENTA”
L’ex ultras della Roma, Daniele De Santis, mostra una “natura incontenibile e specialmente violenta” e “la comprovata incapacità a misurare la gravità delle proprie azioni” . E’ quanto scrive il gip di Roma, Giacomo Ebner, nell’ordinanza di arresto in carcere per l’autore della sparatoria nel pre-gara di Coppa Italia. Riferendosi a De Santis il giudice scrive, inoltre, che presenta “un generale atteggiamento di sfida nei confronti dell’ordinamento e delle sue regole”. Una comportamento che fonda, nel giudice, “il convincimento che ogni altra misura, al di fuori della custodia cautelare in carcere, risulti inadeguata”. Per il gip la misura cautelare in carcere e’ legata all’ esigenza di evitare che “possano essere commessi reati dello stesso tipo di quello contestato” e per la “violenza della condotta, la futilita’ dei motivi dell’azione, l’assoluta mancanza di controllo e la totale incapacita’ di ponderazione della misura e del senso del pericolo per se’ e per gli altri”. Il giudice, infine, fa riferimento alla “manifesta tendenza” di De Santis a farsi “giustizia da se’ e i gravi, reiterati e specifici precedenti penali e carichi pendenti”.

11:29 IN ARRIVO NUOVE E PIU’ INCISIVE FORME DI CONTROLLO
“Non devono ripetersi più le situazioni dell’Olimpico. In tempi brevi arriveranno nuove e più incisive forme di controllo”. Lo ha assicurato il capo della Polizia, Alessandro Pansa, prima di aggiungere che “bisogna fare di più”. Pansa, nel suo discorso in occasione del 162esimo anniversario della fondazione della polizia, ha chiarito che è “già stato innalzato il livello di contrasto” ed infatti gli arresti sono passato dai 41 dello scorso campionato ai 128 di quello attuale. “Si tratta di tifosi – ha detto Pansa – che io definirei in realtà delinquenti”. Ma questo non basta., ha aggiunto. “Bisogna fare ancora di più” e per questo verranno individuate “in tempi brevi” nuove misure. Il capo della polizia ha poi rivolto un “saluto affettuoso ai nostri feriti coinvolti negli incidenti” di sabato e ha espresso “riconoscenza” ai reparti mobili, impegnati nell’ordine pubblico sia allo stadio sia in occasione delle altre manifestazioni di piazza “per il lavoro che fate e per come lo fate”.

Fonte: Sportmediaset.it

Commenti