Alvino: “Koulibaly? Conoscevo poco anche Mertens e Callejon”

CARLO ALVINO, giornalista di TV Luna e telecronista-tifoso di SKY, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.40 alle 16.00, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Io sono dell’opinione che il campo è l’unico giudice severo ma giusto e quindi, il Napoli merita di stare alle spalle di Juve e Roma e davanti alla Fiorentina. I numeri di questa stagione sono comunque molto importanti, perché, oltre alla vittoria in Coppa Italia, il Napoli taglia per la quinta volta consecutiva il traguardo della qualificazione in Europa, batte due record, quello di vittorie in trasferta, dieci e di gol realizzati in stagione, ben centoquattro. Non dimentichiamo che, a parte il periodo di Maradona, la bacheca del Napoli è, purtroppo, poca cosa e quindi il percorso che si sta facendo dal fallimento in poi, è giusto e virtuoso. Ovviamente ci aspettiamo anche il rispetto delle regole, quindi, la piena e severa applicazione del fair play finanziario che, finora, non è stato ancora rispettato. Le multe a PSG e Manchester City? Servono a poco perché togliere qualche decina di milioni di euro allo sceicco di turno non serve a nulla, molto meglio vietare a queste squadre, la partecipazioni alle competizioni europee e di avere rose super attrezzate e pagate, solo così si potrà rimettere la barra a dritta. Che Koulibaly sia il primo acquisto del Napoli per la prossima stagione, oramai, è certo così come ammetto serenamente di conoscerlo poco. Ma conoscevo poco anche Callejon e Mertens”.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!