Magoni: “Napoli, ecco cosa serve”

OSCAR MAGONI, ex centrocampista del Napoli, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.40 alle 16.00, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Non so se può esserci rammarico o meno, anche se dobbiamo ammettere onestamente che se ci sono tanti punti di distacco non è per caso. D’altronde anche la Roma nell’ultimo mese ha un po’ mollato e quindi va bene così. Il Napoli ha fatto molto bene ma il Verona non è proprio arrivato a Napoli, ma è una storia vecchia nel campionato italiano. Il Napoli se vuole migliorare deve fare in modo che accorci il gap da Juve e Roma, aumentando la qualità in tutti i reparti. È difficile giudicare Zapata perché non ha potuto giocare con continuità, ma credo che serva qualcosa in più per essere il vice Higuain o la spalla dell’argentino. Reina non si può discutere, così come non si può discutere se dovesse scegliere Barcellona anziché Napoli, anche perché, oltre ad essere una scelta tecnica, sarebbe anche una scelta di vita. Questa squadra va prima di tutto confermata in blocco e poi inseriti giocatori di qualità. Sinceramente non posso esprimere valutazioni su Koulibaly perché non lo conosco affatto, però fidiamoci di Benitez che con gli acquisti fatti in estate prima e a gennaio poi, si è guadagnato sul campo, un’ampia apertura di credito”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 493 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!