Pallavolo – Centro Ester u14 all’ottavo posto in Italia

Trani – Ottave in Italia. La sconfitta in tre set nella finalina per il settimo posto ad opera del Volleyrò Casal dei Pazzi Roma non può togliere il sorriso alle giovani promesse del Centro Ester under 14, protagoniste alle finali scudetto pugliesi di un risultato straordinario. Entrare a far parte ancora una volta del G8 del volley italiano giovanile, infatti, è l’ennesima gratificazione che attesta la bontà del lavoro svolto dalla società, dai tecnici e dai dirigenti rossoblu nella cura e nella valorizzazione delle giovani promesse del territorio partenopeo e campano, un lavoro riconosciuto dai Marchi di Qualità ricevuti in successione dalla Federazione Nazionale e dai tanti risultati di prestigio conseguiti nel corso degli anni.

Unica formazione del Sud a reggere il passo delle superpotenze del Centro e del Nord, il Centro Ester è arrivato a confrontarsi con la meglio gioventù del volley nazionale, mettendo paura a squadroni come San Donà, Trento o Fabriano, allestiti per dare l’assalto allo scudetto. Un cammino eccezionale, partito giovedì con il successo in quattro set  sulle  siciliane del Comiso e proseguito il giorno successivo con la squillante vittoria sulle laziali del Sabaudia, che ha dato la certezza della qualificazione ai quarti di finale. Poi le salite si sono fatte decisamente più ripide, ma le ragazze guidate da Consiglia Crescente non hanno mai sfigurato, battendosi con passione ed abnegazione in ogni partita e guadagnandosi il rispetto ed i complimenti di tutti.

“Ci siamo misurati con squadre che sono delle autentiche selezioni regionali”, è l’osservazione  del dirigente Giorgio Tarallo. “Se riuscissimo a creare anche dai noi dei veri e propri pool, in cui le atlete hanno la possibilità di lavorare insieme per tutto l’anno e non solo in occasione delle partite o delle finali, magari potremmo aspirare anche a qualcosa in più del pur brillantissimo risultato ottenuto. Grazie a quelle società che, sviluppando sinergie e sposando il nostro progetto, hanno consentito alla Campania di figurare alle prime posizioni a livello nazionale”.

Questa la rosa under 14 del Centro Ester 2013-14, campione provinciale, regionale ed ottavo a livello nazionale: Valeria Montori, Noemi Russo, Ilenia Olimpico, Carla Vizzato, Elisabetta D’Apice, Simona Mottola, Miriam Pasta, Liliana Lancellotti, Veronica Caturano, Claudia Castellano, Rosalia Perna, Maria Simonelli ed  Alessia D’Apice. Allenatrici: Consiglia Crescente ed Angela Mirra.

Questa, invece, la classifica finale dei campionati nazionali di Trani e Barletta: 1. Amatori Orago (Lombardia); 2. Gielle Imoco Clodia San Donà (Veneto); 3. Lilliput Settimo Torinese (Piemonte);  4. Argentario Trento (Trentino); 5. Le Ali Padova (Veneto); 6. Fabriano (Marche); 7. Volleyrò Casal dei Pazzi Roma (Lazio); 8. CENTRO ESTER NAPOLI (Campania); 9. Pro Patria Milano (Lombardia); 10. Sabaudia (Lazio); 11. San Gabriele Vasto (Abruzzo); 12. Idea Volley Zola Predosa (Emilia Romagna); 13. Chianti San Casciano (Toscana); 14. Nike Lecce (Puglia); 15. Nuova Kasmemea Comiso (Sicilia); 16. Orion Sassari (Sardegna); 17. Larredopiù Codroipavine (Friuli Venezia Giulia); 18. Banca Centropadana Piacenza (Emilia Romagna); 19. Anderlini Sassuolo (Emilia Romagna); 20. Ueberetsch Bolzano (Alto Adige); 21. San Vendemiano Treviso (Veneto); 22. Gavarno Nembro (Lombardia); 23. Sarzanese (Liguria); 24. Futura Lamezia (Calabria); 25. Italtech San  Mariano Perugia (Umbria); 26. Nuova Pallavolo Campobasso (Molise); 27. Policoro (Basilicata); 28. Csi Chatillon (Valle d’Aosta).

Commenti

Questo articolo è stato letto 1181 volte

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!