Juventus, con l’Inter è finito il gelo: Ranocchia e Guarin, possibile futuro bianconero

TORINO – Beppe Marotta e Piero Ausilio insieme all’hotel Hilton di Milano. I due dirigenti di Juventus e Inter sono stati sorpresi da Telelombardia. E’ il segnale quasi inequivocabile della volontà dei due club di riprendere a parlare di mercato, dopo lo scambio saltato a gennaio tra Vucinic e Guarin sull’asse Torino-Milano. Il nome del colombiano è tornato di moda in corso Galileo Ferraris, così come quello del suo compagno di squadra Ranocchia. Al rientro dal Brasile, dove è riserva del gruppo azzurro, il difensore dovrà rispondere all’offerta interista: triennale a circa 1,8 milioni, con tanto di fascia da capitano. Conte attende fiducioso il “no grazie” del centrale – che aveva già allenato ai tempi di Arezzo e Bari – per chiamarlo a sé.

L’eventuale approdo a Vinovo di Ranocchia spingerebbe altrove Bonucci, apprezzato soprattutto dal Monaco. Guarin, valutato intorno ai 15 milioni dall’Inter, sarebbe invece candidato a togliere il posto a Vidal, al quale non mancano certo gli spasimanti (Real Madrid, Barcellona, Bayern Monaco, Manchester United). Secondo il quotidiano spagnolo El Confidencial, la Juve non ha intenzione di vendere il fuoriclasse cileno, ma avrebbe comunque fissato un prezzo di 60 milioni per chiunque volesse sedersi al suo tavolo.

Il tecnico del Real Madrid, Ancelotti, stravede per il tuttocampista bianconero. Ma ci sarebbe un problema non da poco: spaventato dalla “vita disordinata” di Vidal, già sanzionato in un paio di occasioni dalla Juve, e dal suo “debole per gli eccessi notturni”, Florentino Perez avrebbe infatti spostato il mirino del club sul tedesco Toni Kroos. L’antipatica indiscrezione, rivelata da El Confidencial, sarebbe arrivata alle orecchie del presidente della Casa Blanca da due fonti diverse. E se due indizi fanno una prova…

serie A

juventus
Protagonisti:
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 186 volte