Eventi – “C’era una volta al Borgo…”, a Fontenovella di Lauro per rivivere l’ atmosfera di un antico villaggio contadino

L’Associazione Culturale Fonte Nova,  dopo il successo dello scorso anno ripropone l’ evento folkloristico “C’era una volta al borgo”  che si svolgerà a Fontenovella di Lauro (AV)      il 20 e 21 giugno 2014  a partire dalle ore 21.00
Trattasi di un evento incentrato sul folclore e la tradizione. Verrà ricreata l’ ambientazione tipica di un villaggio contadino, con le sue botteghe in cui gli artigiani sono alle prese con il proprio lavoro manuale; in cui le massaie svolgono le proprie mansioni domestiche e in cui la musica e le danze folkloristiche hanno un ruolo fondamentale. Verrà allestito anche un angolo espositivo in cui verranno presentati  prodotti artigianali di varia natura  e sarà possibile visitare i vari ambienti del borgo (cortili, antichi portoni, cantine etc), opportunamente allestiti nello  stile rustico ed essenziale di un umile villaggio rurale: L’ evento verrà strutturato in modo da condurre l’ ospite in un percorso enogastronomico,  folcloristico ed espositivo che abbraccerà gran parte del borgo e la disposizione degli spazi racconterà lo svolgimento dell’ antica vita contadina. I cibi che verranno proposti saranno cibi poveri derivanti dalla tradizione contadina del luogo! come bevanda verrà inoltre proposto del vino artigianale.

INTRATTENIMENTO: Laccio d’amore (antica danza popolare locale);

 20 giugno: I PASSI DELLA TRADIZIONE con la  Tammurriata;

21 giugno: LA VALIGIA DELL’ATTORE, compagnia teatrale che proporrà la ZEZA

Coordinate navigatore: (40.880781514341756, 14.613189697265625)locandina evento1

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!