MONDIALI 2014 – Italia, una vittoria stasera potrebbe non bastare. Ecco perchè

GironeItaliaPunti

L’Italia quest’oggi alle 18 è impegnata nel secondo match del girone contro il Costarica. Una vittoria odierna, però, non sarebbe sufficiente per qualificarsi matematicamente agli ottavi: di fatto, la vittoria in extremis dell’Uruguay ieri sera contro l’Inghilterra ha rovinato un po’ i piani.

Facciamo un po’ di chiarezza: la classifica ora recita CostaRica, Italia e Uruguay a 3 punti e Inghilterra a 0. Una vittoria odierna degli azzurri contro la nazionale centroamericana, ci proietterebbe in testa alla classifica ma, ad una giornata dal termine, ci sarebbe la possibilità (sconfitta dell’Italia contro l’Uruguay e vittoria del Costarica contro l’England) dell’arrivo di tre squadre a 6 punti. Difficile, ma resta pur sempre una variabile da tenere in considerazione.
Bene (o male). Cosa dice il regolamento a tal proposito? In caso di arrivo di due o più squadre a pari punti si terrà conto, nell’ordine, dei seguenti fattori:

  • Miglior differenza reti
  • Maggior numero di reti segnate.

Ancora

  • Maggior numero di punti negli scontri diretti (classifica avulsa)
  • Miglior differenza reti negli scontri diretti
  • Maggior numero di reti segnate negli scontri diretti.

Se, dati questi parametri, subentrasse ancora parità, ci sarebbe in ultimo il sorteggio effettuato dal comitato della Fifa.

Dunque, come si può ben comprendere, per evitare sgradite sorprese (un po’ come accaduto al Napoli in Champions proprio quest’anno, ndr), sarebbe importante non solo battere il Costarica, ma farlo con il maggior numero di reti possibile e, a meno di una improbabile sonora sconfitta contro l’Uruguay di Cavani e Suarez, l’Italia approderebbe agli ottavi senza grossi patemi. Da prima o da seconda, questo poi sarà da vedere.

Giuseppe Di Marzo

Commenti