Bacconi: “Del modello tedesco dobbiamo prenderne il meglio e quindi le regole”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Adriano Bacconi

In due anni ho formato 300 allenatori però quando poi nelle loro scuole calcio gli viene chiesto solo di vincere, per quanto bravi possano essere, nessuno li aspetta. Non sono in grado i dirigenti, non sono brave le famiglie per cui questo sistema non premia il valore, il merito, le capacità, ma solo il successo immediato e la malizia.

Il modello tedesco non è quello giusto per l’Italia. Dobbiamo costruire un nostro modello e non si può andare dietro le mode. Del modello tedesco dobbiamo prenderne il meglio e quindi le regole, l’organizzazione, ma la costruzione del talento deve essere investimento italiano, dello stato”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti