Coppa Italia: ipotesi San Siro per la finale

Oggi in via Rosellini verrà sorteggiato il nuovo tabellone per la Coppa Italia 2014-15. La curiosità sarà soprattutto sul numero di ingresso per le 8 teste di serie, ovvero le prime 8 classificate dell’ultimo campionato di serie A. Il regolamento è il medesimo delle ultime edizioni, ovvero chi avrà il numero più basso avrà il diritto di giocare in casa. Il meccanismo sarà ovviamente decisivo a partire dai quarti, visto che le sfide degli ottavi si disputeranno tutte sui campi delle teste di serie. Vale anche per le semifinali, per il match di ritorno. Il regolamento prevede che, in caso di concomitanza per due squadre che giocano sullo stesso campo, la precedenza vada all’ultima vincitrice del trofeo (Napoli) oppure alla migliore classificata nello scorso campionato.

CALENDARIO. La nuova Coppa Italia scatterà il 10 agosto, con il primo turno, che coinvolgerà 27 squadre di Lega Pro e 9 dei dilettanti. Poi, il 17 agosto il secondo, con l’ingresso delle 21 squadre di B, mentre il posto del Siena, escluso, verrà preso dal Novara (Lega Pro). Il 24 agosto sarà la volta del terzo turno, mentre per il quarto, con le altre 12 squadre di A, occorrerà attendere il 3 dicembre. Ottavi il 14 gennaio 2015 (verranno comunque “splittati”) e quarti il 4 febbraio. Semifinali (andata e ritorno) iil 4 marzo e l’8 aprile. Per chiudere, la finale il 7 giugno, con data di riserva il 20 maggio.

SAN SIRO? A proposito di finale, secondo il regolamento «in linea di principio» la sede è l’Olimpico di Roma, ma può essere spostata, a patto che sia deciso prima dell’andata delle semifinali. Non è mai accaduto ma potrebbe avvenire in questa edizione. Già tempo fa, infatti, Beretta aveva ipotizzato San Siro per celebrare l’Expo. Uno spostamento viene preso in seria considerazione anche per gli incidenti avvenuti prima dell’ultima finale tra Napoli e Fiorentina, con la morte di Ciro Esposito.

Corriere dello Sport

Commenti