Juventus, Allegri dimentica il Lucento e ritrova i nazionali. Attacco, torna Osvaldo?

TORINO – “C’è poco da stare Allegri”. E’ questa la battuta (trita e ritrita) più gettonata sui social network da juventini e non, dopo il passo falso di ieri, alla prima uscita stagionale. Il ko contro i dilettanti del Lucento, un quartiere di Torino, ha creato qualche imbarazzo nell’ambiente bianconero. Il nuovo tecnico aveva bisogno di uno spot, non di un flop. Tant’è. Dopo due giorni di riposo, da domenica sera il gruppo ritroverà i nazionali. “E allora sì, comincerà il nostro precampionato”, assicura Allegri.

Il mercato, invece, è già ai colpi finali. Mancano un difensore centrale (Nastasic, Mustafi, Savic o Zapata) e una prima punta, come ha specificato il “conte Max”.  Eto’o è uscito dal mirino. Marotta cerca “un attaccante di medio livello”, con buona pace di Allegri. Resiste l’opzione Lukaku, benché di livello alto e purché in prestito (formula poco gradita al Chelsea). Il nome nuovo è quello di una vecchia conoscenza, Osvaldo. Conosce bene l’ambiente bianconero e non pretende il posto fisso nell’undici titolare. Soltanto un’idea, per adesso. La stessa che prima dei bianconeri hanno avuto Inter e Olympiacos. Ma al momento il Southampton, proprietario del cartellino del 28enne italoargentino, non sembra disposto a trattare il prestito.
Dal Verona, invece, è arrivato il via libera al noleggio di Romulo. Lunedì – oltre all’atteso faccia a faccia con Vidal, la cui cessione appare meno scontata dopo le dichiarazioni rilasciate ieri da Marotta – la Juve conta di chiudere la trattativa per il jolly italobrasiliano, che potrà essere riscattato a circa 7 milioni. Romulo prenderà il posto liberato a destra da Isla (piace a Marsigilia e Newcastle) oppure Lichtsteiner. I discorsi per rinnovare il contratto in scadenza nel 2015 dello svizzero sono fermi da diverso tempo, come ha rivelato a Sky Sport l’agente Pastorello: “Le parti sono abbastanza distanti. Credo che Stephan rimanga alla Juve, ma la questione dovrà essere sicuramente affrontata”. Il rischio, tra qualche mese, è di perdere Lichtsteiner a zero euro. Lo stesso rischio che sta correndo il Psg con Rabiot, centrocampista classe 1995 inseguito anche da Inter e Roma. La Signora vorrebbe prenotare il giocatore adesso e ritirarlo a gennaio a costo zero: “Il problema è la situazione contrattuale di Rabiot  –  ammette il tecnico del Psg, Laurent Blanc, a Paristeam.fr -. C’è sempre chi ne approfitta quando non sei in una posizione di forza. Gli italiani, poi, sono molto intelligenti nel cogliere le occasioni. Meglio per loro, peggio per noi. Come era già successo per Coman, non siamo in una posizione di forza per il contratto di Rabiot”.

Per adesso, a proposito di svincolati, è in arrivo Valerio Rosseti, finito sul mercato dopo il fallimento del Siena. Dopo Romulo, un altro giocatore “scippato” dalla Juve al Milan. L’attaccante classe 1994, reduce dalla rottura del legamento crociato, verrà probabilmente girato in prestito all’Atalanta.

serie A

juventus
Protagonisti:
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 194 volte