Antonio Sanz: “Nessuna possibilità per Parejo al Napoli. Camacho? Bigon lo ha chiesto al Malaga”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Antonio Sanz, agente di Michu

“Michu sta bene, è molto felice del trasferimento al Napoli. Questa è un’esperienza importante per la sua carriera da calciatore. L’urlo del San Paolo? E’ la prima cosa di cui mi ha parlato. Il calore dei tifosi napoletani è incredibile e io ricordo anche i tempi in cui giocava Maradona a Napoli. Detto questo, i tifosi azzurri sono anche molto esigenti. Abbiamo seguito il campionato italiano, il Napoli è stato vicino allo scudetto e Michu vuole dimostrare di meritare la fiducia e l’affetto del Napoli e dei tifosi. Poi, il resto si vedrà poco per volta. La Premier è terminata a Maggio e Michu veniva da un infortunio per cui era prevedibile un rallentamento della forma fisica. Benitez lavora bene, ci fidiamo molto del tecnico spagnolo e siamo sicuri che Michu tornerà al top nel minor tempo possibile e sarà determinante nella lotta allo scudetto. Dani Parejo al Napoli? E’ difficile, perché il Valencia pretende il pagamento dell’intera clausola rescissoria, pari a 20milioni di euro per cui è difficile che venga a Napoli. C’è la possibilità che il Valencia voglia trattenerlo, ma al momento non c’è possibilità che il Napoli possa prenderlo. Ignacio Camacho? Il Napoli ci sta lavorando. Anche in questo caso la negoziazione potrebbe essere difficile, ma è un calciatore che interessa al Napoli. Dobbiamo fare una distinzione tra la richiesta, l’interessamento e la trattativa. Potrebbe passare del tempo e adesso siamo solo nella fase dell’interessamento. Javi Martinez? E’ un giocatore fondamentale per Guardiola per cui è impossibile vederlo con un’altra maglia. Pedro ha trascorso le vacanze a Capri perché quella napoletana è una terra fantastica, ma non c’è nulla di più. Asier Illarramendi? Il Real Madrid ha tanta pazienza con lui, lo ha accudito e Ancelotti gli concede grandi attenzioni perché sono certi che esploderà”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti