Napoli-Paok, le pagelle del Corriere dello Sport. Hamsik e Koulibaly da applausi

RAFAEL 6
Rientra a cinque mesi da Swansea ed esce come può sull’unico pallone perfido. Rivedersi in campo così in fretta è un successo.
MESTO 6,5
Se ne va come sa, avendo confidenza con il ruolo e riacquistando scioltezza nei movimenti.
MAGGIO (16’st) 6
Salva Rafael, con una diagonale delle sue.
ALBIOL 6,5
Può controllare con assoluto distacco quello che accade altrove e quando si entra nei mischioni, va a saltare.
KOULIBALY 6,5
Ha il fisico d’un pivot della Nba e lo scatto d’un centometrista: si prende la scena, e pure gli applausi, per distacco.
BRITOS 6
S’industria a sinistra, proseguendo nella fase formativa: ha un passo diverso, ovvio, però non tradisce impacci.
GHOULAM (1’st) 6
Un giallo per entrare in partita e poi la verifica della gamba, che va.
GARGANO 6
S’ingegna – perché gli piace – in qualche sventagliata apprezzabile.
RADOSEVIC (16’st) 6
Si prende la soddisfazione di un gol al San Paolo.
JORGINHO 6
Cerca se stesso all’interno del sistema di Benitez, ne gioca tanti ma lo fa in maniera elementare.
INLER (1’st) 6,5
E’ subito lucido: due lanci sono da applausi, ma è l’impatto con la partita ch’è sorprendente.
CALLEJON 7
Un gol, un quasi gol: come se il tempo si fosse fermato, come se niente fosse cambiato. E’ già in forma (preliminare) Champions, una scheggia che fa impazzire.
MERTENS (1’st) 6
Pianta due o tre scatti dei suoi e infiamma. Poi rifiata, respira, aspetta la Champions (forse)
HAMSIK 6,5
Brilla con quelle scarpette arancio che esaltano i suoi passi di danza. E’ in condizione, anche mentali: va libero a ritagliarsi le giocate, cerca il gol con il sinistro arcuato e trova i guantoni del portiere.
VARGAS 5,5
Dev’essere il contesto: non è apatico ma dà l’impressione di esserlo. Il San Paolo gli crea imbarazzo ma è lui che manda Callejon in porta, va detto.
DZEMAILI (1’st) 6
Piu mezz’ala che altro, con trasparente desiderio di mostrarsi.
ZAPATA 5,5
A quelli del Feyenoord fa vedere poche cose: la fisicità, e si sapeva, ed una pesantezza che va smaltita con i carichi di lavoro. Ma faccia in fretta, perché tra sedici (o diciassette giorni) dovrebbe toccare a lui.
MICHU (1’st) 5,5
Troppo facile un gol così e lo sbaglia; però pare in ritardo.
BENITEZ (all.) 6
Mischia il Napoli, per studiarlo: ha garanzie del passato, aspettando novità dal mercato.
Fonte: Corriere dello Sport

Commenti

Questo articolo è stato letto 547 volte