Behrami: “Napoli esperienza unica, poco rapporto con Benitez. Gara più bella? L’urlo del San Paolo contro il Dortmund”

L’ex centrocampista del Napoli, da poco trasferitosi all’Amburgo, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss: “Napoli è stata un’esperienza unica e indimenticabile: ho vissuto due anni emozionanti, fatti anche di alti e bassi. Mi è servito per capire cosa significa giocare per quella maglia e soprattutto cosa è il Napoli per i napoletani: il San Paolo o vuole che giochi col cuore o che tu sia bravo tecnicamente, capisce subito chi dà il 100% in camp. Avvertivo i tifosi esultare quando recuperavo palla, e ciò mi esaltava molti: mi hanno aiutato molto. E poi giocare la Champions a Napoli è qualcosa di unico.
In Germania si lavora con meno pressione, qui con l’Amburgo l’obiettivo è fare un buon campionato. Non ho mai avuto così tanti messaggi d’affetto quanti ne ho ricevuti quando sono andato via da Napoli, solitamente accade il contrario quando un calciatore lascia.
Problemi di modulo? No, vivo molto il rapporto con l’allenatore: Benitez è un bravo allenatore, ma non avevo un gran rapporto, viceversa con Mazzarri andava bene. Io ho bisogno di essere considerato e sentire la fiducia per rendere al massimo. Avevo già in testa da un po’ di provare una nuova esperienza.
Ritengo questo Napoli più maturo rispetto al passato, credo servano almeno altri tre rinforzi. Gara più bella? Quella contro il Borussia Dortmun: è stato emozionante sentire l’urlo del San Paolo”

Commenti