ESCLUSIVA PA – Postiglione: “Allo stato attuale il Napoli non può competere per lo scudetto, De Laurentiis è in debito con i tifosi”

La redazione di Pianetazzurro ha contattato Guido Postiglione, ex attaccante azzurro degli anni ’60, con cui ha fatto una bella chiacchierata sulle vicende del Napoli:

La ringraziamo  per aver accettato il nostro invito, volevamo innanzitutto chiederle come ha visto il Napoli in questo precampionato

Un pò come tutti gli anni! Il precampionato riguarda più la sfera atletica che quella propriamente calcistica e le partite di precampionato lasciano il tempo che trovano

Andujar, Koulibaly, Michu, questo finora il mercato in entrata del Napoli. Lei cosa pensa di questi innesti e crede possano tornare utili a Benitez?

Credo che il rafforzamento della rosa sia una cosa e il rafforzamento della squadra un’altra e tra questi arrivi l’ unico che dovrebbe potenziare la squadra è Koulibaly. Non lo conosco bene, l’ho visto poco per cui  preferisco aspettare prima di dare un giudizio.

Lo scorso anno il Napoli ha beneficiato in porta dell’ esperienza e della leadership di un campione come Reina, quest’ anno il titolare sarà Rafael, crede che il brasiliano riuscirà a non far rimpiangere lo spagnolo?

Beh Reina è un portiere di esperienza, soprattutto internazionale, Rafael è un giovane con evidenti qualità  ma l’esperienza deve ancora farla. Credo però che alla fine questo cambiamento in porta non produrrà  particolari sconvolgimenti.

Se lei fosse nei panni della dirigenza del Napoli dove cercherebbe di intervenire per rendere più competitiva la squadra e che voto dà al mercato azzurro finora.

Se devo dare un voto oggi al mercato esso è  insufficiente ma per il giudizio definitivo aspettiamo la chiusura del calciomercato. La squadra per me va rinforzata a centrocampo, Jorginho lo vedo un po’ troppo “leggero”..A me sarebbe piaciuto molto Pizarro, lo avevo suggerito già lo scorso anno.

Tra pochi giorni inizieranno per il Napoli i preliminari di Champions e purtroppo l’ urna non è stata benevola con gli azzurri abbinandoli all’ unica squadra forse temibile, l’Athletic Bilbao. Come pensa che la squadra di Benitez affronterà il doppio incontro e crede che alla fine riuscirà a qualificarsi?

Vedo un certo svantaggio per il Napoli, soprattutto perché la gara d’andata si giocherà al San Paolo mentre il ritorno a Bilbao, ciò impone agli azzurri di consolidare il risultato nella gara in casa mettendo in cassaforte la qualificazione. Una vittoria al San Paolo per 1-0 ad esempio,potrebbe non bastare e i baschi nella gara di ritorno potrebbero ribaltare la situazione a loro vantaggio.

Oltre a Napoli-Athletic Bilbao i play off per l’ ingresso nella fase a gironi offrono degli incontri interessanti. Ci da il suo pronostico su Liegi – Zenit, Copenaghen – Bayer Leverkusen, Besiktas – Arsenal e Lille – Porto?

Sicuramente passeranno Zenit e Bayer Leverkusen, per quanto riguarda poi Besiktas – Arsenal credo che l’ Arsenal sia una squadra fortissima, ancor più dello scorso anno, per questo tiferò Besiktas, tra Lille e Porto, anche se il Porto è evidentemente più forte, azzardo Lille.

Crede che il Napoli, allo stato attuale, sia in grado di competere in Campionato  con Juventus, Roma o anche con l’ Inter che intanto si sta rinforzando?

C’è una differenza tra il lottare per lo scudetto e vincere lo scudetto: lottano per lo scudetto 5–6 squadre quest’ anno ed ho la sensazione che negli anni scorsi il Napoli abbia  perso il treno: se non fossero stati fatti degli errori, mi riferisco a cessioni importanti, si poteva con qualche ritocco mirato in difesa e a centrocampo vincere lo scudetto, quest’ anno la vedo molto più difficile proprio perché altre squadre si sono rinforzate.

E quindi quale squadra crede sia più accreditata per la conquista dello scudetto? E il Napoli come si classificherà?

Non riesco a vedere quest’ anno una squadra nettamente superiore, bisogna anche vedere cosa succederà fino alla fine del calciomercato: se la Juve dovesse perdere Vidal si indebolirebbe parecchio, lo stesso dicasi per la Roma, nel caso dovesse partire Benatia. Il Napoli, allo stato attuale, non può a mio avviso classificarsi nei primi posti

Un’ultima domanda. Come giudica i 10 anni di gestione De Laurentiis?

Dipende da che prospettiva intendiamo guardare. Molti lo ringraziano ancora perché si era in C, non c’erano i palloni etc…e se si guarda quello effettivamente oggi non si è più in serie C. Io ho una posizione diversa, perché in 10 anni a De Laurentiis sono stati entrati nelle tasche più di 1000 miliardi di lire ma quanti ne sono stati spesi? Lui non è un imprenditore ma un “prenditore” nel senso che prende molto dalla città ma in cambio dà  poco.Comunque finchè avrà  quella parte di tifoseria che lo appoggia, lo ringrazia e si accontenta credo cambierà ben poco … Tra l’ altro De Laurentiis non ama i napoletani  definendoli “gentarella”,“provinciali” … In cambio il popolo (o almeno buona parte di esso) lo acclama dimostrando di non avere dignità

Grazie per la sua cortesia, un saluto dalla Redazione di Pianetazzurro

Grazie a voi, saluti a tutti

    Tilde Schiavone

Riproduzione consentita solo previa citazione della fonte: @pianetazzurro.it  

 

   

 

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!