Kalidou Koulibaly, l’indistruttibile pantera azzurra

Kalidou Koulibaly (Saint-Dié-des-Vosges, 20 giugno 1991) difensore francese, neo acquisto del Napoli è la piacevole sorpresa di questo primissimo inizio di stagione degli azzurri.

A molti questo energico difensore centrale,  dalle prepotenti doti fisiche, ricorda un certo Lian Thuram,  l’ex strepitoso stopper di Parma e Juve, mica nessuno…

Forza fisica e non solo, il ventitreenne ragazzone francese ha un piede sensibiliassimo. Agisce indifferentemente di destro e di sinistro e quasi sempre, l’azione riparte grazie ai suoi piedi educatissimi.

Koulibaly è entrato subito e prepotentemente in sintonia con Benitez e la squadra, risultando tra i più impiegati dal mister spagnolo, come minutaggio finora. Le ottime prestazioni disputate finora dal colored exGenk hanno convinto il tecnico e la società a puntare decisamente su di lui e cedere alle lusinghe gallesi dello Swansea cedendo Federico Fernandez che lo scorso anno era un ‘titolarissimo’.

GLI ESORDI E IL METZ – Comincia la carriera nel Saint-Dié, giocando nel Championnat de France amateur 2, quinta serie del calcio francese. Nel luglio del 2009 si trasferìsce al Metz. Aggregato alle formazioni giovanili, vince un trofeo di categoria, la Coppa Gambardella.

Passato il prima squadra nella stagione seguente, esordisce in Ligue 2 il 20 agosto 2010 entrando al 69′ nella gara contro il Vannes. Il 15 aprile 2011 mette a segno la prima rete in campionato contro il Clermont.

GENK – Dopo una seconda stagione in Ligue 2, nel luglio 2012 viene acquistato dai belgi del Genk per 1,2 milioni di euro. Esordisce nellaPro League, massima serie del campionato belga, il 26 agosto 2012 nella partita contro lo Zulte Waregem. Il 23 dicembre dello stesso anno realizza la prima rete in massima serie nella sconfitta interna contro l’Anderlecht (2-4). Nella stessa stagione debutta nelle coppe europee, esordendo nell’andata dei play-off di Europa League contro il Lucerna, entrando ad inizio ripresa. Nell’intera manifestazione totalizza nove presenze. Vince inoltre il primo trofeo in carriera, la Coppa del Belgio, disputando da titolare la vittoriosa finale contro il Cercle Brugge.

Nella seconda stagione con la squadra belga, con le sue prestazioni, attira le attenzioni di club come Manchester United eAS Monaco.

NAZIONALE – Disputa undici partite con la Nazionale Under-20 francese, senza mettere a segno reti; nell’estate del 2011 partecipa alMondiale Under-20 di categoria, giocando titolare sei delle sette partite disputate dai transalpini, eliminati in semifinale dal Portogallo, saltando la gara degli ottavi di finale per squalifica.

Pagato poco più di 8 milioni dal Napoli, si spera che con Koulibaly la difesa azzurra ritrovi sicurezza soprattutto sulle palle alte: troppi infatti i gol subiti su questo fondamentale lo scorso anno dalla retroguardia di Benitez.

Rosa Ciancio

Questo articolo è stato letto 736 volte