Capri-Napoli trofeo Bcc Napoli, domani giornata caprese per i 30 nuotatori iscritti

Entra nel vivo l’edizione numero 49 della Capri-Napoli trofeo Bcc Napoli, gara valida quale prova conclusiva del World gran prix Fina, la Coppa del Mondo di nuoto in acque libere per le prove sulle distanze pari o superiori a 15 chilometri. Domani, venerdì 5 settembre, i trenta nuotatori iscritti (venti tra gli uomini e dieci tra le donne) in rappresentanza di 17 nazioni saranno sull’isola azzurra per prendere contatto con i luoghi che faranno poi da scenario alla partenza di domenica 7 (prevista alle 9.30 dal lido Le Ondine di Capri, mentre l’arrivo è in programma nelle acque antistanti il circolo Canottieri Napoli attorno alle 16). Nella tarda mattinata di domani atleti, allenatori, giudici e organizzatori, dopo essere arrivati sull’isola a bordo dei mezzi messi a disposizione dalla società Navigazione libera del golfo-Gescab, saranno ricevuti dal sindaco, Giovanni De Martino, nel corso della cerimonia ufficiale di presentazione nel Comune di Capri. Nel pomeriggio invece i nuotatori scenderanno verso Marina piccola con la funicolare grazie alla speciale card elettronica messa a disposizione dalla Sippic, per allenarsi nelle acque antistanti il lido Le Ondine.

Tante le curiosità legate all’edizione 2014 della Capri-Napoli trofeo Bcc Napoli. Tra quelle più particolari, la scelta della 22enne brasiliana Ana Marcela Cuhna (tra le favorite per il successo finale) di scendere in acqua con una cuffia che commemorerà Ayrton Senna. A dimostrare il particolare legame con i motori (la nuotatrice sudamericana è infatti testimonial del team Nissan, con il quale sta preparando le tappe di avvicinamento alle Olimpiadi di Rio del 2016), Ana Marcela Cuhna ha voluto così ricordare un’icona della sport non sono carioca ma mondiale a vent’anni dalla sua scomparsa: “Sono nata nel 1992 – dice – e sfortunatamente non ho vissuto la sua epoca d’oro, ma Senna ha contribuito a trasformare in realtà ciò che pensavo impossibile”.

Napoli, 4 settembre 2014

Commenti

Questo articolo è stato letto 490 volte