Luciano Moggi: “Il Napoli è una buona squadra, ma si è indebolito con le partenze di Reina e Behrami”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Luciano Moggi

Speriamo ce la situazione relativa all’Italia migliori, me lo auguro per Conte.

La Juventus credo sia ancora la più forte perché ha mantenuto l’assetto dello scorso anno e il cambio dell’allenatore non porta molte varianti. Ritengo che la Juventus sia ancora davanti a tutti e che la Roma segua i bianconeri. La Roma non si è rinforzata al punto tale da diminuire il gap, perché ha grandi contropiedisti, ma nessuno in mezzo al campo che possa creare gli spazi per cui il problema sarà quello di far gol.

Il Napoli è una buona squadra, ma si è indebolito alla luce delle partenze di Reina e Behrami. La società fa male a seguire in toto ciò che dice l’allenatore. Chi è arrivato, ha rinforzato la panchina perché. Il problema del Napoli si chiama Hamsik perché la squadra avrà sempre un centrocampista in meno o un attaccante in meno. Bisogna trovare la giusta collocazione allo slovacco e messo così non può filtrare e attualmente non è idoneo a stare nel Napoli. Per essere utilizzato bene, ha bisogno di giocare come faceva quando c’era Cavani. In questo Napoli, per sostenere tutte le mezze punte e non subire gol, ci vuole un centrocampo compatto e probabilmente De Guzman lo garantisce maggiormente. Detto questo, fosse stato per me, De Guzman non lo avrei mai preso.

Non credo sia giusto criticare De Laurentiis, così come non è giusto criticare il direttore sportivo che è colui che esegue gli ordini della società e di Benitez che può anche sbagliare”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti