Antonio Ottaiano (Ag. Insigne): “La società crede in Lorenzo, lo reputa fondamentale per il progetto futuro del Napoli”

InsigneMilanA Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Antonio Ottaiano, procuratore di Lorenzo Insigne

“E’ bello esaltarsi, ma va tenuto presente che in alcuni momenti le cose possono andare diversamente e solo alla fine si tireranno le somme. L’esaltazione esasperata o le critiche fuori luogo non mi piacciono, bisogna fare valutazioni solo alla fine.

Non sono sorpreso dai numeri di Insigne e dai gol segnati, gli allenatori a volte nelle loro valutazioni sono disposti a rinunciare qualcosa a vantaggio di qualcosa di diverso. Sarri ha ritenuto opportuno assegnare a Lorenzo un compito prettamente da attaccante e sta ottenendo risultati, ma ogni allenatore fa le scelte che ritiene opportune.

Il Napoli non è solo una squadra, ma un gruppo fatto da professionisti e da amici che si divertono a giocare a calcio. E, ad oggi, rappresenta l’aspetto più importante e quando si crea questo legame, si possono raggiungere tutti i risultati. Non so dove arriverà il Napoli, ma certamente dirà la sua fino alla fine e darà filo da torcere a tutti.

Resto dell’idea che le partite difficili sono quelle contro Juve, Roma o Fiorentina e ritengo che contro il Chievo o il Palermo sia più abbordabile

Il rinnovo? Il contratto di Lorenzo ha scadenza nel 2019 e il fatto che Insigne abbia più volte detto di voler restare a vita a Napoli, fa presupporre che ci siano tutte le premesse affinché ciò avvenga, il fidanzamento porterà ad un matrimonio. La società crede in Lorenzo, lo reputa fondamentale per il progetto futuro del Napoli e quando ci saranno i presupposti, si troverà un punto di incontro. Le nostre intenzioni sono quelle di procedere in tal senso fino alla fine della carriera di Insigne, c’è da capire se lo vuole anche l’altra parte. Le grandi squadre se prima vedevamo Insigne come un ottimo prospetto, adesso probabilmente lo guardano come ammirazione. Ma, dovranno rassegnarsi, Insigne è un calciatore del Napoli fino al 2019 e non solo sta bene, ma vuole vincere in azzurro”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti