Da Hamsik a Lavezzi: quando il campione va…in rete

Quando il campione va…in rete. Un po’ paparazzato, un po’ in fondo anche coinvolto, divertito e consapevolmente attore per qualche attimo. Un clic e via. Il web l’archivio di scorrazzate in motorino, partitine per le vie del centro, shopping e resse (con la “e”) notturne, interviste rubate e la spesa al supermercato incappucciato per fare la fila, pagare e andare via anonimo. Registi d’assalto. Improvvisate e spiate. E polemiche, pure quelle. Immancabili. Di chi cerca modelli in ragazzi di vent’anni. Ezequiel Lavezzi “arrivò” in Consiglio Comunale. Che poi non è lontano da Piazza del Plebiscito. Lì s’era divertito con Navarro in motorino. Erano in due. Nell’isola pedonale e (dopo) pure contromano. E il Pocho era senza casco. Scoppiò il putiferio. Sociologi, addetti alla sicurezza chiamati in causa e viabilità urbana sotto accusa. Il caos! Mentre loro andavano a manetta e sghignazzavano. Napoli by night. Spesso l’unica vivibile in libertà. Senza pressioni. Potendosi permettere un po’ di shopping. Lavezzi e Cavani erano nel solito negozio quando le serrande erano già abbassate. Loro dentro, i tifosi fuori. Coi telefonini accesi. Dolci dolcissime e riservate invece le immagini del Pocho tra i bambini del Pausillipon: quelle lì davvero riprese di nascosto. Lavezzi non gradiva pubblicità. Generoso, disponibile, vero, un cuore di papà. Al naturale. Molto più imbarazzato quando andava a fare la spesa col cappuccio o comprava un ferro da stiro con Janina: tutto è su Internet. Postato, commentato, morbosamente cliccato. Pause, rewind e play di nuovo. Appena arrivato Gargano pensava di fare quattro chiacchiere con un tifoso nel parcheggio di Castelvolturno. Era un’intervista, e al buio: in tutti i sensi. Capita. Come tutte quelle volte dei giocatori ripresi a teatro e poi più visti di chi faceva lo spettacolo. Ecco, lo show. Marek Hamsik che gioca coi bambini sotto casa a Pineta Mare un altro video cult. Un po’ come quelli che giravano delle partitine a Fuorigrotta con Cannavaro e Floro Flores. Goliardate tra amici e per amici …virtuali però. Frattamaggiore. il set per vecchie sfide tra Lodi, Insigne e qualche compagno da Pescara. Anche Immobile. Il web la condivisione di incontri, soprprese ed emozioni. E qualche verità rivelata. De Laurentiis il più assediato. Tante le “interviste” dei tifosi. Lui produttore e per l’occasione anche protagonista. Più sono i “mi piace”, più i reporter di strada aumentano.

Corriere dello Sport

Commenti