Lazio, Lotito: “Basta disfattismo, siamo da Europa”

ROMA – È l’uomo del momento, Claudio Lotito. Sul web impazzano fotomontaggi che lo ritraggono, con la tuta della Nazionale, in qualsiasi circostanza possibile: da Mosè, all’Ultima cena di Leonardo da Vinci passando per i Beatles e Obama. Se ne parla ovunque e in questo mare di celebrità il presidente della Lazio ci sguazza felice. È stato il principale sponsor di Tavecchio nella sua corsa per la guida della Figc e adesso sta godendo dei benefici.

LOTITO: “LAZIO DA EUROPA, NON HO DUBBI” – Ma a questa dimensione a livello nazionale si contrappone l’impopolarità locale, con i tifosi biancocelesti ancora in contestazione nonostante la decisione di ritornare allo stadio Olimpico. “Nemo propheta in patria”, direbbe Lotito per riassumere la situazione. Che nel corso di tutta l’estate ha provato a modificare chiamando i tifosi a raccolta e promettendo cambiamenti importanti su tutti i livelli di gestione. Lo ha fatto tramite la nuova moda dei comunicati, che ancora oggi continuano a imperversare praticamente ogni giorno: “Sono certo che dimostreremo presto le nostre qualità – ha scritto nell’ultimo – contrariamente al disfattismo di chi non ha mai voluto il bene della Lazio. La campagna acquisti messa a punto questa estate ha contribuito ad innestare nella rosa risorse importanti. Lavoriamo ad un progetto concreto, mirato, teso a migliorare le opportunità di un club che, per conto della propria storia, merita grandi riconoscimenti”. Il primo obiettivo è sempre quello di tornare in Europa e Lotito è certo di aver messo nelle mani di Pioli un organico competitivo: “Non ho dubbi di fronte al fatto che questa sia una Lazio da Europa. Dobbiamo migliorarci, affinare la mentalità e trovare quella compattezza che il tecnico Pioli saprà indubbiamente trasmettere al gruppo”.

ss lazio

serie A
Protagonisti:
claudio lotito
Fonte: Repubblica

Commenti