Lazio, Radu non ce la fa. Djordjevic sorpassa Klose

ROMA – Radu non ce la fa, ora è ufficiale. Contro il Cesena il romeno darà forfait, nell’ultimo allenamento ha provato a scendere in campo ma ha abbandonato poco dopo la seduta. Per il suo posto è ballottaggio tra Braafheid e Konko: il francese ieri è stato provato in partitella, per la prima volta da Pioli, nel ruolo di terzino sinistro. Un’indicazione importante, che potrebbe essere riproposta anche domenica all’Olimpico. Altro segnale arriva dall’attacco, con il tridente Candreva, Djordjevic e Keita schierato nella stessa squadra. Il serbo sembra aver superato Klose per il ruolo di prima punta e per cercare di essere più cinici in zona gol: “A San Siro abbiamo fatto 16 tiri in porta e un solo gol, il Milan con 3 conclusioni ha vinto la partita”, ha urlato il tecnico ai suoi ragazzi durante l’allenamento. Serve maggiore precisione, insomma. In porta Marchetti verso l’esclusione: anche oggi l’estremo difensore non ha partecipato alla partitella finale.

PIOLI: “VOGLIAMO RIPAGARE L’AFFETTO DEI TIFOSI” – Nel pomeriggio alcuni giocatori biancocelesti hanno sfilato per i negozi ufficiali della Lazio in giro per la Capitale. Tra questi anche l’ultimo arrivato Gentiletti che si candida per un posto da titolare: “Io sono pronto, appena il mister vuole sono a disposizione”. Insieme a lui c’era pure il giovane Tounkara: “Siamo una famiglia ormai. Primavera o prima squadra? L’importante è fare quello che mi piace: cioè giocare a calcio”. Il suo “gemello” Keita ha poi invitato ancora una volta i tifosi allo stadio: “È bello tutto questo entusiasmo, è sempre bello stare in mezzo ai tifosi: siamo contenti dell’affetto e del supporto che ci danno. Tutto questo ci serve anche la domenica allo stadio”. Dello stesso tenore anche le parole di Mauri: “C’è tantissima gente e ci fa sempre piacere. Nei loro occhi c’è tanta passione e hanno detto che verranno allo stadio, quindi faremo risultato anche per loro. Sono il dodicesimo uomo in campo e sono indispensabili per noi”. Qualche battuta finale anche per Pioli: “È un piacere essere qui, i nostri tifosi stanno dimostrando grande passione ed entusiasmo. Ora spetta a noi ripagarli dimostrando di che pasta siamo fatti. Vivendo a Roma si sente questa passione, queste fede nei confronti della maglia. Non siamo partiti come volevamo, perché gli episodi di Milano non ci hanno premiato, ma la squadra c’è. I tifosi si aspettano i fatti e noi stiamo lavorando per questo: speriamo di renderli felici”.
 

ss lazio

serie A
Protagonisti:
stefan radu
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 162 volte