Napoli, torna Benitez. De Laurentiis lo convoca

Una settimana dopo, riecco Rafa Benitez. Oggi, ritroverà il suo Napoli dopo sette giorni di vacanza. Un ritorno che dovrebbe chiudere, definitivamente, le discussioni generate dalla sua decisione di concedersi un momento di relax in un periodo inusuale per il calcio italiano. S’è scritto e detto di tutto in questi giorni, sulla sua assenza. Si sono ipotizzati contrasti col presidente, problemi di famiglia (i suoi vivono a Liverpool), ma soltanto lui potrà spiegare i motivi di questa vacanza suppletiva. Che, fondamentalmente, ha destato qualche perplessità perché l’avvio di stagione del Napoli non ha convinto per niente. È vero, a Marassi, contro il Genoa, sono stati conquistati i primi tre punti nella gara d’esordio in campionato. Ma, appena quattro giorni prima, c’era stata la disfatta di Bilbao e l’esclusione dalla Champions League, una delusione che verrà metabolizzata soltanto se il collettivo napoletano dovesse dare continuità ai risultati sia in campionato sia in Europa League.
Incontro De Laurentiis Un chiarimento tra le parti si renderà necessario. Non è tanto su questa vacanza che il presidente avrà da ridire, quanto sul rinnovo del contratto. Benitez è in scadenza, a giugno il rapporto col Napoli si chiuderà a meno che, nel frattempo, non sopraggiungano novità, come la firma sul nuovo accordo, appunto. Ipotesi che al momento non rientra nelle priorità del tecnico spagnolo che potrebbe considerare l’eventualità di un ritorno in Inghilterra, dove risiedono i propri familiari. Diversamente dal passato, però, stavolta De Laurentiis vorrà lavorare per il futuro avendo già la certezza dell’allenatore, altrimenti a cosa sarebbe servito soddisfarne le richieste sul mercato se poi andrà via? In un anno, Benitez ha rivoluzionato l’organico, lasciando andare i reduci mazzarriani e ingaggiando soltanto stranieri: l’unico italiano che orbita nel giro dei titolari resta Lorenzo Insigne. Dunque, poterebbero essere giorni importanti per il futuro del Napoli. Intanto, però, ci sarà il Chievo, domenica. Ed una vittoria riporterebbe un pizzico di fiducia in più in tutto l’ambiente.

La Gazzetta dello Sport

Commenti