Corbo: “Napoli, serve più di una vittoria”

ANTONIO CORBO, editorialista di Repubblica, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Il mondo della comunicazione è molto cambiato e mi auguro che De Laurentiis lo capisca, non basta parlare 5 minuti ogni tanto. In questo momento occorre qualcosa in più di una vittoria, serve un incontro tra De Laurentiis e Benitez con il pubblico napoletano per dare quelle risposte chiare e serie che sgomberino il campo da malumori ed equivoci. È stata comprensibile la reazione del pubblico dopo la sconfitta con il Chievo, ma prendersela solo con il presidente, trascurando la prova senza anima della squadra è un errore. La prima legge del calcio deve giocare chi sta bene. Higuain non deve fare la parte dell’arrabbiato e cominciare a far pesare le sue qualità. È tutta colpa del Napoli se ha contagiato un insopportabile disinteresse nei confronti dell’Europa League che invece è una competizione che va onorata dalla prima all’ultima partita, anche perché conta, eccome, anche per il ranking UEFA che in questo momento, penalizza molto l’Italia. Non dimentichiamo poi, che quando si chiamava Coppa UEFA, sia il Napoli di Maradona che lo stesso Benitez, hanno tratto molto onore e vantaggio, vincendola. Condivido l’atteggiamento del Napoli quando smentisce le trattative di cui si parla tanto in questi giorni, anche perché, in un momento così delicato non solo per la squadra, ma per tutto il sistema Italia, non credo sia il momento giusto per farlo. Le novità dell’inchiesta sulla morte di Ciro Esposito sono l’evoluzione delle indagini e bisogna aspettare il lavoro di investigatori e magistrati. Al di sopra di tutto questo, però, resta la memoria di un giovane morto per amore del calcio, che dovremo sempre rispettare”.

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!