Il club ceco avverte i suoi tifosi: “Attenti, è una città pericolosa”

Lo Sparta Praga ha fatto più clamore per i soliti luoghi comuni su Napoli che per il valore della squadra allenata da Lavicka, sbarcata ieri pomeriggio al San Paolo per il consueto allenamento di rifinitura. Il messaggio diffuso dai campioni della Repubblica Ceca non è stato dei più piacevoli nei confronti della città “caratterizzata da un alto tasso di criminalità”, come ha scritto il club sul proprio sito internet. Tante le raccomandazioni ai 173 sostenitori che si accomoderanno stasera nel settore ospiti: «Evitate Forcella e i Quartieri Spagnoli. Non portate con voi preziosi oppure zaini o borse». Il bomber David Lafata prova a riportare l’attenzione sulla partita. «Non so nulla di questo comunicato. Non l’ho scritto io. Napoli è molto bella. Posso solo dire che non vedo l’ora di giocare al San Paolo». Sarà lui il punto di riferimento offensivo nel 4-2-3-1 nel giorno del suo 33esimo compleanno. «Non ci difenderemo, proveremo a proporre la nostra mentalità — spiega l’allenatore Lavicka — rispettiamo il Napoli, ma vogliamo essere protagonisti con una prova di grande livello per cominciare al meglio il girone». Il gioiellino è Husbauer che Zeman avrebbe voluto al Cagliari: ha smaltito l’infortunio e sarà in campo.

La Repubblica

Commenti