Juventus, Buffon: “Onore alla Roma, sarà un bel duello”

TORINO – Quattro partite e altrettante vittorie. La Juventus ha cambiato allenatore, ma finora i risultati continuano a essere lusinghieri. Merito anche di Massimiliano Allegri che ha saputo inserirsi in fretta e senza problemi nello spogliatoio dei campioni d’Italia. A confermarlo il capitano bianconero, Gigi Buffon, che in un’intervista trasmessa da Sky Sport 24 spiega: “L’allenatore che ha rilevato Conte aveva già esperienze vincenti in grandi club e grandi piazze. In alcune situazioni si è trovato a gestire pressioni mediatiche e societarie disturbanti e lo ha fatto sempre nel migliore dei modi – le dichiarazioni di Buffon -. Già all’inizio Allegri dava ampie garanzie, ma oggi anche noi stiamo dando un’ulteriore conferma e della bontà di questo gruppo. Stiamo dimostrando di essere ragazzi seri che tengono al proprio lavoro e che vogliono farlo al meglio per l’onore della maglia che indossiamo, della società e dei tifosi”.
GUARDA I GOL DI JUVENTUS-CESENA

L’obiettivo della “Vecchia Signora” è far bene in Champions League, ma senza dimenticare il campionato e il sogno del quarto tricolore consecutivo da portare a casa. La rivale numero 1 è la Roma, finora l’unica a reggere il passo di Buffon e compagni. “Ci piacerebbe, se possibile, continuare a stupire, per noi è uno stimolo importante sul quale puntare – spiega il numero 1 della Juventus e della Nazionale -, ma bisogna fare i conti con la realtà che dice che c’è una Roma che ha le carte in regola per vincere e che se dovesse farlo lo farebbe sicuramente con merito”.

MORATA: “SONO ALL’8O%. STADIUM E IBRA IMPRESSIONANTI” – Due squadre sole al comando, Juve e Roma, proprio come l’anno scorso. Ma Alvaro Morata non si fida: “Il campionato italiano è molto difficile e competitivo. Ci sono tanti club forti che possono lottare per lo scudetto”. Dopo l’impiego part time di questo inizio di stagione, lo spagnolo spera di esordire da titolare sabato prossimo in casa dell’Atalanta, prendendo il posto di Llorente al fianco del rientrante Tevez. “Non sono al 100% – spiega Morata rispondendo alle domande “cinguettate” dai suoi tifosi sulla pagina Twitter della Juventus -, ma spero di arrivarci presto. Diciamo che per ora sono all’80%”. Poi, sulla sua nuova vita in bianconero: “Giocare alla Juve è un’emozione fantastica. Sapevo che sarei arrivato nel più grande club italiano e in uno dei migliori d’Europa. Allegri è un ottimo tecnico, sempre vicino ai giocatori: i suoi allenamenti sono intensi. Lo Stadium, poi, è meraviglioso: molto moderno e con un ambiente caldissimo. Le differenza tra Serie A e Liga? Qui ci si concentra sulla corsa e sulla tattica, in Spagna c’è invece più tecnica”.

Infine, sollecitato dai suoi nuovi tifosi, Morata si presta a una serie di domande degne di una partita a ‘Indovina Chi?’. “Con chi mi trovo meglio? Con Llorente, un compagno, un amico e… un autista bravo e prudente. Chi è il più divertente del gruppo? Asamoah, quello che ci fa più ridere nello spogliatoio. Il miglior juventino di sempre? Per quelli che ho visto giocare, dico Ibrahimovic: la sua tecnica e la sua potenza mi impressionano. Chi è il mio idolo calcistico? Da piccolo ero per Raul. Somiglio a Morientes? Me lo hanno detto in molti e penso sia un grande onore, perché è stato un grandissimo campione”.

calcio

serie A
juventus
Protagonisti:
gianluigi buffon
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 243 volte