Atalanta-Juve 0-3: Tevez segna, Buffon para. Bianconeri sempre in vetta

BERGAMO – La Juventus risponde alla Roma espugnando l’Atleti Azzurri d’Italia con un rotondo 3-0 ai danni dell’Atalanta. Partita non facile nonostante il largo risultato finale. I bergamaschi hanno impegnato fisicamente e tatticamente i bianconeri, ma poi ci ha pensato Tevez con un gol per tempo a rimettere le cose a posto. Decisivo nella ripresa il rigore che Buffon ha parato a Denis sull’1-0 per gli ospiti: nell’azione successiva infatti è arrivato il 2-0 dell’Apache. Ciliegina sulla torta il primo gol in campionato di Morata.

PARTE MEGLIO L’ATALANTA – 3-5-2 classico per Allegri che schiera gli uomini migliori dimenticando il turnover: Llorente e Tevez in attacco, Vidal, Marchisio e Pogba in mezzo al campo, Lichtsteiner ed Evra esterni, Ogbonna, Bonucci e Chiellini davanti a Buffon. Colantuono risponde con il 4-4-1-1: Cigarini è in panchina per lasciare spazio a Baselli accanto a Carmona a centrocampo. In difesa rientra Biava, mentre gioca dal 1′ il Papu Gomez sull’esterno sinistro. Attacco affidato a Boakye e Denis. I padroni di casa partono forti, pressano a tuttocampo e osano in attacco. Già dopo 3′ Baselli ci prova dal limite: sul fondo. La Juve fa fatica e Marchisio è marcato a uomo da Boakye quando i bianconeri manovrano. Tevez prova a trovare la porta al quarto d’ora, ma una mischia di uomini gli respinge il tiro e poi Pogba commette fallo di mano. Dall’altra parte al 25′ Estigarribia riceve palla in area da Denis e conclude: sul fondo di un paio di metri.

LA ZAMPATA DELL’APACHE – L’Atalanta finisce qui. Nel senso che dopo una mezz’ora di pressing e di ritmi altissimi, la Juventus reagisce, prende il sopravvento e comincia a fare sul serio. Sportiello in realtà non rischia mai molto e neutralizza due facili conclusioni di Tevez. Ma al 35′ Llorente smarca in area sulla destra Lichtsteiner, Sportiello esce e lo svizzero crossa a mezza altezza in area. Zappacosta è in ritardo, spunta Tevez che insacca a porta vuota. Il gol calma definitivamente gli animi nerazzurri e il primo tempo va in archivio con un tiro dal limite di Gomez, fuori misura.

BUFFON PARA, TEVEZ SEGNA – Colantuono dopo una manciata di minuti nella ripresa cambia Estigarribia con Molina. E’ una sostituzione che potrebbe essere decisiva perché l’ex Modena al 13′ va giù in area ospite a contatto con Chiellini. Forse l’atalantino simula, forse no: non è chiaro. Ma Orsato non ha dubbi e assegna il calcio di rigore. Sul dischetto va Denis che prova a piazzarla alla sinistra di Buffon, rasoterra. Il numero 1 bianconero ci arriva e para. La Juve riparte subito e segna il 2-0 al 14′, lo stesso minuto del rigore parato: Tevez controlla al limite una palla servita da Evra e calcia col destro. Sportiello è in ritardo ed è gol.

LA PRIMA DI MORATA – La partita sembra segnata col doppio vantaggio bianconero. Entrano in campo anche Cigarini per Baselli e Morata per Llorente. Poco dopo entra Pereyra per Vidal che non la prende benissimo. Intanto Colantuono esagera con le proteste e Orsato lo espelle. L’ultimo cambio nerazzurro è Bianchi per Gomez, ma l’ex bolognese non inciderà mai. Bravo invece Molina al 33′ quando in area controlla, supera Evra e conclude. Manca solo la mira. Non sbaglia invece Morata al minuto 39: Tevez serve Pereyra che dalla destra crossa e Morata di testa insacca. Primo gol in campionato per l’ex Real Madrid. I tre punti vanno a Torino e la Juventus si presenta nel migliore dei modi all’impegno di Champions League contro l’Atletico Madrid. In attesa della grande sfida alla Roma, in programma tra una settimana.

Atalanta-Juventus 0-3 (0-1).
Atalanta (4-4-2):
Sportiello 5,5, Zappacosta 5,5, Biava 5,5, Benalouane 6,5, Dramè 6; Estigarribia 5,5 (3′ st Molina 6,5), Baselli 5,5 (19′ st Cigarini 6), Carmona 6, Gomez 5 (30′ st Bianchi sv); Denis 5, Boakye 6. (1 Avramov, 2 Stendardo, 3 Del Grosso, 5 Scaloni, 7 D’Alessandro, 8 Migliaccio, 11 Moralez, 33 Cherubin, 77 Raimondi). All.: Colantuono 6.
Juventus (3-5-2): Buffon 7,5, Ogbonna 6,5, Bonucci 6, Chiellini 5,5; Lichtsteiner 6,5, Vidal 6 (25′ st Pereyra 6,5), Marchisio 6, Pogba 6,5, Evra 6; Llorente 6 (21′ st Morata 6,5), Tevez 7,5 (35′ st Coman sv). (30 Storari, 34 Rubinho, 7 Pepe, 12 Giovinco, 20 Padoin, 22 Asamoah, 38 Mattiello). All.: Allegri 7.
Arbitro: Orsato di Schio.
Reti: nel pt al 35′ Tevez, nel st al 14′ Tevez, al 38′ Morata.
Recupero: 2′ e 4′.
Angoli: 2-2.
Espulso: Colantuono per proteste al 24′ st.
Ammoniti: Benalouane, Marchisio, Chiellini, Molina, Evra per comportamento scorretto.
Spettatori: paganti 11.396, incasso 312.051 euro.

Fonte: Repubblica

Commenti