Petrazzuolo: “Napoli, era importante vincere ma c’è tanta strada da fare”

Il dir. ANTONIO PETRAZZUOLO è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, su Radio Punto Zero, dalle 14.30 alle 16.00, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “La vittoria del Napoli, in trasferta contro il Sassuolo, è stata importante per restituire un minimo di morale all’ambiente, non solo alla squadra. Ammetto che la prestazione non mi è piaciuta. Bisognava chiuderla prima, contro un avversario non irresistibile. Positiva la vittoria, ma c’è stato troppo timore, soprattutto nel finale. Un timore non da grande squadra. C’è tanta strada da fare. Il guizzo del gol, firmato dalla coppia Higuain-Callejon, merita un plauso. Per il resto ho visto il solito Rafael che non dà certezze, soprattutto nelle uscite. In difesa bene Zuniga, Albiol, Koulibaly e perfino Britos che non ha commesso ingenuità. Bene Gargano e David Lopez. Jorginho, giustamente ripreso a fine partita da Benitez, invece ha commesso degli errori evitabili. De Guzman e Duvan hanno tenuto bene il campo, senza strafare. Da Hamsik e Insigne ci aspettiamo di più”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 466 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!