Juventus, Chiellini: “La Roma non è solo Totti, ma siamo pronti”

TORINO – Nella notte dopo la sconfitta in casa dei vicecampioni d’Europa dell’Atletico Madrid, Massimiliano Allegri ha spalmato su due tweet tutta la sua delusione, facendo anche autocritica: “Abbiamo provato a vincere ma non siamo riusciti a limitare le caratteristiche dell’Atletico, che è difficilissimo da affrontare. Il girone è equilibrato. Nel secondo tempo abbiamo fatto qualche errore tecnico. Ora nessuna paura, testa alla Roma”. La Juve vuole archiviare in fretta il primo passo falso della sua stagione, un ko di misura (1-0) con rimpianti assortiti per quel pareggio che poteva essere ma non è stato. “Fondamentalmente di negativo c’è soltanto il risultato – spiega Chiellini ai microfoni di Sky Sport -. Credo che abbiamo fatto una buona partita, gestendola da grande squadra e cercando di portarla il meno possibile sulla bagarre, sulla confusione che poi diventa la forza dell’Atletico. Abbiamo fatto molto bene in fase di possesso palla ma non abbiamo trovato i nostri giocatori migliori, per sfruttare al meglio le occasioni”.

CHIELLINI: “JUVE-ROMA? PARTITA IMPORTANTE MA NON DECISIVA” –
Il calendario, più fitto della Foresta Nera, obbliga la squadra a correggere in fretta gli errori commessi al Vicente Calderon – il giro palla troppo lento, la mancanza di profondità e la sterilità offensiva, come dimostrano gli zero tiri in porta nonostante il 61% di possesso – e a voltare subito pagina, visto che dietro l’angolo c’è lo scontro diretto con la Roma, domenica pomeriggio (ore 18) allo Stadium. “Siamo pronti per affrontare una squadra che non è solo Totti – prosegue Chiellini -. I giallorossi hanno una rosa di qualità, con giocatori molto validi. Ci attende una partita sicuramente importante, tra le due squadre più forti d’Italia. Un confronto difficile, però non decisivo perché siamo ancora all’inizio. Detto questo, è chiaro che ci teniamo a far bene. Mi aspetto una partita molto equilibrata, dove gli episodi saranno decisivi”.

DUBBIO PIRLO,  MORATA QUASI OUT  –
Stamani la Juve ha lavorato a Vinovo, sotto lo sguardo del ds Paratici e del consigliere Nedved. La grande novità nel big match contro i giallorossi di Garcia potrebbe essere la presenza del recuperato Pirlo, almeno per uno spezzone di gara. Dopo più di un mese ai box, il regista bresciano corre contro il tempo per riprendersi le chiavi del gioco bianconero. Se la presenza di Pirlo resta in dubbio, quasi certo che non ci sarà Morata: l’attaccante spagnolo accusa una elongazione al gluteo e difficilnebte sarà a disposizione di Allegri. Probabile invece il ritorno dal primo minuto a centrocampo di Asamoah e Pereyra, quest’ultimo candidato a dare un turno di riposo a Vidal, reduce da due prestazioni in controluce.

LLORENTE: “MI MANCA IL GOL” – “E’ vero che mi manca il gol per prendere ancora più fiducia – ha ammesso il Re Leone in un’intervista a Marca -. Quella contro l’Atletico è stata una gara assai dura e tattica. Abbiamo dovuto lottare molto, senza però creare grandi occasioni. Nella prima parte abbiamo tenuto la palla, abbiamo dominato, ma nella seconda parte loro ci hanno attaccato di più in corsia e ci hanno fatto gol. Sarebbe stato più giusto il pareggio, ma in queste partite contano i dettagli e loro sono stati più fortunati”. Resta ancora da valutare la disponibilità di Caceres, che in mattinata si è sottoposto ad accertamenti medici alla spalla ammaccata nella battaglia di Madrid. In caso di forfeit, il suo posto verrà nuovamente appaltato a Ogbonna, visto che Barzagli e Marrone sfrutteranno con tutta probabilità la sosta per smaltire i rispettivi acciacchi.

juventus

serie A
Protagonisti:
giorgio chiellini

Fonte: Repubblica

Commenti