Lega serie A: “Senato sopprima tassa ordine pubblico”

MILANO – Soppressione della tassa sull’ordine pubblico negli stadi. Lo chiede al Senato la Lega di A, pur esprimendo “pieno apprezzamento per i dispositivi introdotti ai fini del miglioramento delle condizioni di sicurezza e di efficacia di gestione dell’ordine pubblico in occasione delle manifestazioni sportive”, e confermando “il pieno rispetto e la più ampia gratitudine per il preziosissimo lavoro quotidianamente svolto da tutti i rappresentanti delle forze dell’ordine e dalle autorità responsabili dell’ordine e della sicurezza pubblica”. 

L’assemblea dei club di serie A, che si è riunita a Milano, ricorda che “il sistema del calcio italiano contribuisce già alla fiscalità generale del Paese, secondo gli ultimi dati disponibili riferiti all’anno d’imposta 2011, per un ammontare di un miliardo e 34 milioni di euro di imposte dirette e indirette, 741 dei quali attribuibili ai soli club di Serie A”, senza dimenticare di aver “sopportato oneri straordinari pari a diversi milioni di euro per l’adeguamento infrastrutturale degli impianti, nonostante gli stadi siano, nella maggior parte dei casi, di proprietà pubblica”. Altro punto sottolineato dai club, “un costo totale di circa 17 milioni di euro all’anno per il solo impiego degli steward e il servizio antincendio negli stadi, cui vanno aggiunti costi non facilmente quantificabili per la formazione e l’aggiornamento degli addetti”. Di contro, “anche in conseguenza di tali maggiori oneri assunti in via esclusiva dalle società sportive, tra il 2004 e il 2013 il contingente delle forze dell’ordine impiegato annualmente in occasione delle gare di Serie A, B e Lega Pro si è praticamente dimezzato, riducendosi del 48%”.
 

Fonte: Repubblica

Commenti