Paolo Prestisimone: “Inter-Napoli, tremano perfino le panchine”

Paolo Prestisimone, noto giornalista, scrive su “NapoliMagazine.Com”: “T’appresti a scrutare dentro Inter-Napoli di domenica sera e scopri che dentro la confezione di lusso c’è tanta roba, il partitone certo, ma anche tanta altra roba. Inter-Napoli è sì sempre stato appuntamento di prestigio, lo è anche stavolta. Di sicuro due nobili decadute e già un bel pò deluse, l’Inter di più. Ma il menù diventa da gran gourmet quando appunto scopri che gli incroci di uomini, storie, umori, programmi e sogni sono veramente tanti. Unico dubbio, da dove partire?

Magari dalla delusione, legata a sogni e uomini. Qui l’Inter è in ‘vantaggio’ e a Napoli non dispiace. Mazzarri e Benitez si son sempre più che sfiorati. E sono storie conosciute. Don Rafe’ fu messo al timone nerazzurro nel 2010, l’Inter veniva dalle stagioni di Mourinho, l’ultima era stata quella del triplete, e scusate se è poco. Tempo sei mesi e Moratti lo fece fuori. Uno smacco forte, che Benitez non ha mai dimenticato. “Non mi prese i giocatori che m’aveva promesso”, la spiega ancora così il tecnico madrileno.

Così che ora sentendo piccola puzza di bruciato, De Laurentiis, appena tornato dagli Usa carico di allori e speranze cinematografiche, s’è precipitato in soccorso al tecnico a Castel Volturno per chiarire una volta di più che è al suo fianco. Nessuno s’azzardi a pensare (eh, lo stavamo facendo, noi cronisti malpensanti…) che fosse in pericolo. Mossa saggia, opportunistica.

SOCIETA’ SUL MERCATO. Lo è l’Italia, sul mercato. Siamo in crisi, grandi marchi del made in Italy ogni giorno diventano a capitale straniero, dunque il calcio non scappa, è pur sempre la sesta azienda tricolore… Cosicché da noi chi ha quattrini compra a prezzo di saldo. L’Inter è diventata thailandese (Thohir), la Juve (la Fiat) statunitense, come pure la Roma, il Milan resiste chissà fino a quando. Non ci sarebbe niente di strano, dunque, che lo facesse anche il Napoli. Il DeLa si guarda intorno, prima o poi…

Ma prima c’è il ‘partitone’ di San Siro. Tremano persino le panchine, da matti quella nerazzurra. Benitez potrebbe darle il colpo decisivo, e a Don Rafe’, visto il passato, non dispiacerebbe affatto. Ora ha ritrovato persino bocche da fuoco che non s’aspettava: nell’ultima settimana nelle rispettive nazionali due gol Mertens, due gol Hamsik e due gol Higuain. L’Inter di contro ha l’enorme talento Kovacic acciaccato (ma dovrebbe farcela), stesso discorso per D’Ambrosio (che invece è proprio out, e a lungo). Il ferro delle panchine è esaurito, Napoli tocca tutto…”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 352 volte