Mercato, tre colpi per lo scudetto: Perisic, Arbeloa e Mario Suarez

Scatta il piano rinforzi: tre colpi a gennaio per puntare allo scudetto. Primo passo, il rinnovo di Benitez: il presidente De Laurentiis attende solo il sì di Rafa per prolungare l’accordo. L’incontro a inizio del nuovo anno, cioè dopo quest’altro tour de force di otto partite e la Supercoppa a Doha. Pronto a tutte le formule De Laurentiis che intende portare avanti il progetto con il tecnico spagnolo il più a lungo possibile. Ma potrebbe profilarsi anche il prolungamento di un anno se Rafa decidesse in tal senso in attesa poi che possa eventualmente aprirsi per lui la prospettiva della panchina della Spagna nel 2016, dopo l’addio di Del Bosque. Il briefing per la punta. Tra Benitez e Bigon un briefing di mercato a inizio settimana, dopo il ko al ginocchio di Insigne. Il direttore sportivo ha assistito a Londra all’amichevole tra Argentina e Croazia ed è rientrato nel tardo pomeriggio di ieri a Napoli. Un obiettivo è il croato Perisic, che non è stato schierato contro la Seleccion, e potrebbe essere in campo dal primo minuto contro l’Italia di Conte domenica a Milano. Un esterno di proprietà del Wolsfburg, club tedesco che ha fatto sapere di non voler vendere il suo attaccante. Giochi e mosse di mercato. Certo è che la valutazione è alta, intorno ai dodici milioni, e che per il Napoli non sarebbe facile neanche prenderlo in prestito. Il nazionale croato era già seguito in estate, un giocatore adatto al modulo di Benitez soprattutto per la sua capacità d’inserirsi e puntare al tiro. Il colpaccio sarebbe Alessio Cerci, chiuso nell’Atletico Madrid e fin qui ai margini nello squadrone di Simeone.La prospettiva di un ritorno da protagonista in Italia, in una piazza come Napoli, potrebbe essere allettante, anche in prestito. Operazione ovviamente molto laboriosa perché si tratta di un nome di primissima fascia. Decisamente più semplice arrivare ad Andrè Ayew, esterno offensivo del Marsiglia, in scadenza di contratto con il club francese: il Napoli potrebbe sferrare l’assalto nell’immediato garantendo anche un’offerta al club transalpino che altrimenti rischierebbe di perderlo in estate a parametro zero. Monitorato anche il messicano Vela, autore di una doppietta nel match amichevole vinto 3-2 dalla nazionale centroamericana contro l’Olanda. E c’è l’idea Giaccherini. Il centrocampista. Le attenzioni sul centrocampista sono essenzialmente puntate su Mario Suarez dell’Atletico Madrid, chiuso quest’anno sia nella Liga che in Champions League. Centrale di 27 anni, già nel giro della nazionale spagnola, cercato dal Napoli in estate, valutazione intorno ai dieci milioni. Nome di prima fascia, come quello di Lucas Leiva, il brasiliano del Liverpool, altro elemento graditissimo a Benitez. Gli esterni di difesa. In attesa del pieno recupero di Zuniga, il colombiano che ha cominciato la terapia con le cellule staminali per scongiurare un nuovo intervento chirurgico al ginocchio, il direttore sportivo Bigon sonda le altre situazioni. Il più ambito è Arbeloa del Real Madrid, 31 anni , poco impiegato da Ancelotti e che ha chiuso l’avventura con la nazionale spagnola dopo l’esclusione dal gruppo che ha partecipato ai Mondiali in Brasile. Un’altra soluzione di alto livello per il ruolo di laterale di fascia è quella di Montoya, chiuso nel Barcellona di Luis Enrique. Operazione economicamente molto importante, Montoya ha 24 anni, un elemento da guardare in prospettiva. Il vice Higuain. Si prova ad insistere per Zapata, il Napoli non vorrebbe cederlo in prestito. E si attendono le prime risposte di Michu, ancora indisponibile per un infortunio alla caviglia. Al momento non sono previsti colpi ma la strategia può cambiare.

Il Mattino

Commenti