Jolanda De Rienzo: “Napoli, perseverare è diabolico!”

Jolanda De Rienzo, nota giornalista e conduttrice tv su Sportitalia, scrive su “NapoliMagazine.Com”: “Errare è umano, perseverare diabolico. Il mefistofelico Napoli sale in Paradiso e crolla nell’inferno Zemaniano, sotto gli occhi del suo pubblico carico d’entusiasmo e voglia di riscatto. Gli ingredienti per una domenica di spettacolo c’erano tutti: i maestri del calcio, le buone prestazioni che avevano ridato sicurezza, il San Paolo delle grandi occasioni. Eppure ritornano gli errori di una volta, le disattenzioni in difesa, la mancanza di idee a centrocampo; così se Callejon non dà una mano come solo lui sa fare, gli ingranaggi da oliare diventano troppi, persino per Rafa Benitez. Le vittorie si dividono con tutta la squadra come le sconfitte, anzi con tutti coloro che credono e supportano i colori azzurri. Beniteziani ed antibeniteziani potrebbero puntare il loro dito su altri siti: mare o montagna, dolce o salato, vino o birra… Insomma sono talmente tanti gli enigmi della vita che almeno sulla panchina del Napoli potremmo essere tutti d’accordo. Lo Sparta Praga il prossimo esame: fino ad ora ha collezionato 34 punti in classifica e si trova ad una sola lunghezza dal Plzen in testa alla Gambrinus liga. Con la squadra di Lavicka non si scherza: a quota 9 gli azzurri condividono con i cechi la vetta del girone I, la sfida dello Young Boys contro lo Slovan Bratislava, prevista per la quinta giornata di Europa League, è di sicuro sulla carta molto più accessibile. Se i partenopei dovessero perdere, con una vittoria degli svizzeri lo Sparta Praga dormirebbe sogni tranquilli, mentre il cammino per il passaggio del turno per Benitez ed i suoi si complicherebbe. Vincere per chiudere la pratica Europa e dedicarsi al campionato. Gioie e dolori di un nuovo anno trascorso nel credere nella vetta per ritrovarsi a difendere un terzo posto corteggiato anche da impensabili pretendenti, uno di questi, la Sampdoria, prossimo avversario. Perché se la pareggite ha frenato le genovesi e le milanesi c’è bisogno di qualcosa in più per dire “Je sto cca”.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!