Dopo Gabbiadini c’è Strinic: il Napoli vicino al suo nuovo esterno sinistro..

Ma Strinic è il prossimo colpo da annunciare, la soluzione ideale per uscire da quel tunnel nel quale si sono allungate ombre sinistre: il triennale da quattro milioni e mezzo circa (netti) è nei fatti, nei patti, nella chiacchierata preliminare che ha già scavato un solco per riuscire a chiuderla in fretta e presentarsi il 5 gennaio, alla riapertura del mercato, con la modulistica federale autografata.

LA SECONDA VIA . Ma a destra sarà indispensabile intervenire a giugno, con Maggio e Mesto «scaduti» e un nuovo buco da colmare: è il momento degli olandesi, mica per moda, perché Ricardo van Rhijn (21) non è mai uscito dai monitor, lui che ha pure l’età giusta per essere inserito nel «progetto», ma al suo fianco, da centrale, è anche comparso Ron Vlaar (30), contratto con l’Aston Villa che a giugno diviene carta straccia, uno dei reali motivi che nella settimana scorsa hanno spinto Bigon sino in Inghilterra. Ma c’è Darmian (25 appena compiuti) che stuzzica: però, nel caso, ci sarebbe da buttarsi allo scontro frontale con la Juventus, innanzitutto.

PROSPETTIVE. Poi verranno i giorni «caldi», quelli delle trattative, dei «bracci di ferro» e degli annunci: Gabbiadini è virtualmente al di là dell’uscio di Castelvolturno, una presenza che s’avverte, e alle sue spalle la sagoma di Strinic s’individua o si scorge, e non paiono suggestioni…

 

Corriere dello Sport

Commenti