Juventus, dalla Champions un tesoretto per i rinforzi. Lichtsteiner, rinnovo più vicino

TORINO – La Juve torna nel G16 del calcio continentale, cancella la delusione di un anno fa a Istanbul e intasca 6 milioni (3,5 di bonus per la qualificazione agli ottavi di Champions più almeno 2,5 di incasso), oltre ai 44 già guadagnati nella fase a gironi tra premi, biglietteria e diritti televisivi. L’ad Marotta si assicura così un gran bel tesoretto per accontentare Allegri, intenzionato a sfruttare il mercato per far rientrare l’emergenza in difesa e puntellare il suo 4-3-1-2. Il grosso verrà fatto in estate, quando la Signora potrà finalmente permettersi uno shopping di qualità, compreso un colpo intorno ai 25 milioni. Ma qualcosa si muove già, a 26 giorni dall’apertura ufficiale dei battenti del mercato di riparazione (dal 5 gennaio al 2 febbraio 2015).

Buone notizie per le corsie, “orfane” per i prossimi 3-4 mesi di Kwadwo Asamoah e Romulo: il rischio di perdere Stephan Lichtsteiner a costo zero si riduce di giorno in giorno. Oggi c’è stato un nuovo contatto tra l’ad Beppe Marotta e Federico Pastorello, l’agente dell’esterno svizzero in scadenza nel 2015. L’intesa è sempre più vicina, sulla base di un rinnovo triennale. A giugno, inoltre, dovrebbe arrivare il croato del Sassuolo Sime Vrsaljko, già “prenotato” dagli uomini mercato bianconeri che intanto non perdono di vista lo spagnolo Martin Montoya, 23 anni, separato in casa Barcellona, arruolabile su entrambe le fasce. “Montoya vuole andare via dal Barcellona – dice chiaro e tondo il procuratore dell’esterno, Juan De Dios Carrasco -, e non credo che la società blaugrana si possa opporre al suo addio. Domani comunicheremo la nostra decisione. Lasceremo il club a gennaio, ci sono alcune squadre interessate in Inghilterra, Italia e Germania”. Nei radar bianconeri c’è anche il terzino sinistro 26enne Marcel Schmelzer (Borussia Dortmund), corteggiato pure da Napoli e Inter.

Ma i fari sono puntati anche sulla difesa, viste le prolungate assenze di Andrea Barzagli, Martin Caceres e Luca Marrone. Il trasloco da Empoli a Torino di Daniele Rugani verrà rimandato a giugno. I nomi più gettonati per gennaio sono quelli di Fabian Schar (Basilea), José María Giménez (Atletico Madrid) e Rolando (Porto), più staccati quelli di Neven Subotic (Borussia Dortmund), Simon Kjaer (Lille) e Stefan Savic (Fiorentina).
A centrocampo si studia la possibilità di richiamare alla base Stefano Sturaro, attualmente in prestito al Genoa. E, intanto, si seguono le piste che portano al promettente mediano brasiliano Danilo Barbosa Da Silva, 18 anni, valutato intorno agli 8 milioni dallo Sporting Braga. Stesso prezzo, milione più milione meno, per il centrocampista offensivo Bruno Fernandes (Udinese), 20 anni, pure lui sotto stretta osservazione.
Per l’attacco invece i fari sono puntati soprattutto sul 23enne Andrej Kramaric, il gioiello del Rijeka pedinato anche dal Chelsea, che però vorrebbe parcheggiarlo in un club amico. Trovato un accordo di massima con il padre-agente del bomber, all’ad Marotta non resta che fare a sportellate con i Blues che però dispongono di una potenza di fuoco – per dirla con il presidente Andrea Agnelli – di gran lunga superiore a quella dei bianconeri.

Prosegue intanto la linea verde. E’ in via di definizione l’ingaggio a gennaio dell’esterno 18enne colombiano Andres Felipe Tello, in arrivo dall’Envigado e destinato ad essere ceduto in prestito al Cagliari. E’ invece congelato l’acquisto del centrocampista 18enne del Boca Juniors Tomas Pochettino, alle prese con la pubalgia e con qualche problema alla schiena. Se ne riparlerà.

juventus

serie A
Protagonisti:
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 214 volte