Pippo contro Rafa: storia di due destini che si sfiorano

L’urlo dell’Inzaghi-2007 a confonto con quello del Benitez attuale: dopo tanti tentativi “sfumati”, i due si ritroveranno contro

Questa sera Milan-Napoli: i rispettivi allenatori si ritrovano contro dopo la finale di Champions del 2007, decisa proprio da Inzaghi. In realtà ci sarebbero state tante altre occasioni per sfidarsi, ma il destino si è sempre messo di mezzo
Rivedendolo così posato ed elegante, in giacca e cravatta addirittura, è possibile che Benitez possa avere qualche difficoltà a riconoscerlo. Sì, perché l’ultima volta che si sono incrociati Inzaghi indossava pantaloncini e calzettoni, ma soprattutto aveva il volto trasfigurato dalla gioia di uno che ha appena segnato una doppietta in finale di Champions e la sta urlando in faccia a tutto il mondo.

Sono passati più di 7 anni da quell’ultima e unica volta, il 23 maggio del 2007, data che Superpippo ha tatuata sul cuore: era il giorno della rivincita con il Liverpool, ghiottissima occasione offerta dal destino per cancellare un’altra notte, quella dell’incubo, il 25 maggio 2005, data che Rafa ha tatuata sul corazón. A Istanbul Inzaghi non c’era (“ecco perché…”, commenterà qualcuno), fermato da una serie di infortuni (caviglia, schiena, ginocchio, gomito) che in quella stagione lo vide protagonista più in infermeria che in campo.

Un solo incrocio, dunque, nonostante le carriere dei due si siano srotolate parallelamente e sempre ad alto livello. Si sono sfiorati spesso, quello sì, ma per strani scherzi del destino uno dei due finiva sempre per dare buca all’altro. La prima occasione per conoscersi ci sarebbe già nel 2003, sul palcoscenico della Champions. Benitez, all’epoca, allenava ancora il Valencia, squadra che porta ai quarti di finale. E mentre nel ramo opposto del tabellone Inzaghi scrive una delle pagine più emozionanti della sua carriera in rossonero, con il gol-qualificazione segnato all’Ajax al 92° (sì, per i tabellini fu rete di Tomasson, che toccò la palla sulla linea rubando in casa del re dei rapinatori d’area; ma per tutti i tifosi del Milan quello è gol di Inzaghi), Rafa aveva la brutta idea di farsi eliminare proprio dai cugini di Pippo. Vittoria per 2-1 contro l’Inter, ma nerazzurri in semifinale col Milan in virtù dell’1-0 dell’andata e del gol in trasferta. E il primo incrocio Rafa-Pippo salta.

Detto delle due successive occasioni (le finali di Champions con bilancio 1-1, ma Inzaghi assente nella prima), ci si aspetta di rivederli contro quando Benitez approda all’Inter. E invece i due non hanno occasione di salutarsi neanche da vicini di casa. Rafa fa in tempo a giocare un solo derby prima di essere esonerato (14 novembre 2010: vince il Milan 1-0 con rigore di Ibrahimovic), ma Pippo non c’è: si è rotto il ginocchio sinistro (crociato e menisco) giusto 4 giorni prima, il 10 novembre.

Pazienza, e appuntamento al 2013: dopo la parentesi al Chelsea Benitez torna in Italia, stavolta alla guida del Napoli, ma Inzaghi ha già appeso gli scarpini e appena iniziato ad annodare la cravatta, partendo dalle giovanili del Milan. Ci si riprova quest’anno e stavolta dovrebbe andare tutto liscio: sempre che a uno dei due non venga un raffreddore all’ultimo momento.

Fonte: SkySport

Commenti