Inter, Podolski saluta l’Arsenal: ”Cerco un’opportunità”

MILANO – Il conto alla rovescia che porterà Lukas Podolski all’Inter è sul finire. Nonostante tutto, ufficialmente, i dirigenti e i due tecnici (Mancini e Wenger) non si sbilanciano. Tantomeno lo fa il giocatore, che in arrivo nei prossimi giorni a Milano, è ermetico sul suo futuro: “Solo rumors. Il fatto è che io ho un contratto con l’Arsenal fino al 2016”, salvo, poi, criticare la sua situazione in Premier. “Amo Londra e amo il club, ma non mi piace questa situazione”, dice l’attaccante al magazine tedesco Kicker. “Non sono un pagliaccio che resta seduto in tribuna a far passare il tempo. Devo parlare con Wenger, voglio un’opportunità – continua il calciatore – Ho passato gli ultimi quattro mesi a giocare scampoli di partite. Più che altro, infatti, sono rimasto avvolto nel mio cappotto e seduto a vedere gli altri giocare. Preferirei mostrare al club cosa posso fare, ma questa possibilità non mi viene data”.

L’occasione gliela darà il club nerazzurro, che ufficializzerà l’arrivo del tedesco nei prossimi giorni. Nel frattempo, a breve il ds Piero Ausilio e Roberto Mancini faranno un nuovo punto di mercato per decidere le priorità di gennaio. In attesa delle prossime mosse di Ausilio, il tecnico nerazzurro prepara la squadra – volata stamane in Marocco – per l’amichevole contro il Psg (in programma domani). Assente tra i francesi Ezequiel Lavezzi. L’argentino dopo la rottura insanabile con l’allenatore Blanc è rimasto ad allenarsi a Parigi.

Le bocche in casa Inter sono cucite, non quella di Juan Jesus. Il difensore a Espn Radio racconta un retroscena su Hernanes: “Fa delle cose ed è convinto che siano reali  –  racconta il nerazzurro – una volta disse che aveva inventato un nuovo modo di correre, disse che sarebbe andato più veloce, ma che non poteva parlarne con nessuno sennò gli avrebbero rubato i segreti. Parla come se fosse un dottore, con una certezza assoluta, guardandoti negli occhi. E’ uno dei giocatori con cui lo staff si diverte di più a scherzare”.

Inter

serie A
Protagonisti:
lukas podolski

Fonte: Repubblica

Commenti