Milan, fine anno super: poker al Real Madrid

DUBAI – E’ solo un’amichevole ma è difficile parlare di amichevole quando di fronte si hanno i campioni d’Europa e del mondo del Real Madrid. E soprattutto quando il Milan – anche senza punti in palio – alla fine esce dal campo con una bella vittoria e un poker rifilato ai blancos di Ancelotti: 4-2 il risultato per i rossoneri, con tante buone indicazioni per Inzaghi. Nel primo tempo in gol per i rossoneri Menez ed El Shaarawy al 24′ e al 31′, Cristiano Ronaldo al 35′ accorcia le distanze per i ‘blancos’. Nella ripresa la squadra di Inzaghi dilaga con le reti ancora del ‘faraone’ al 3′ e di Pazzini al 28′, prima del gol del definitivo 4-2 al 38′ di Benzema che va a bersaglio su calcio di rigore.

Il Milan trova importanti conferme in avanti con Menez-Bonaventura e riscopre El Shaarawy, autore di una doppietta. Per le merengues un gol per tempo, nel primo di Cristiano Ronaldo per il momentaneo 2-1, anche se per il resto CR7 non incide e poco spostano nella ripresa anche gli ingressi di Benzema (che comunque non sbaglia il rigore del 4-2), Bale e James Rodriguez.

Come all’Olimpico contro la Roma la difesa rossonera resiste agli affondi, ma stavolta il Milan c’è anche davanti e il risultato fotografa esattamente il formato europeo che sta imprimendo Inzaghi ai suoi: primo non prenderle, ma inizia sempre più a contare il fatto di segnarne sempre uno in più dell’avversario. Oltre a Ronaldo, Ancelotti opta per Jesè e Hernandez dal primo minuto. Ma è in difesa che la squadra del tecnico italiano appare distratta. Varane tampona alla meglio le incursioni di Menez per vie centrali, ma Nacho si dimostra inadeguato nel gestire il pressing di Bonaventura. Su uno dgli affondi dell’ex atalantino nasce un retropassaggio per Keylor Navas che al 24′ viene intercettato da Menez. Per il francese è un gioco da ragazzi mettere a terra il portiere costaricano e depositare in rete.

Al 31′ ancora il Milan: la palla finisce sui piedi di El Shaarawy che gela ancora Navas sul primo palo per il raddoppio. Troppo per il Real mondiale, passano appena 4′ e al 35′ Ronaldo accorcia con un gran destro su cui Lopez avrebbe potuto fare di più. Ma non è il segno della riscossa, il Milan ritorna di prepotenza con Menez dalle parti di Navas, poi ancora con Montolivo e Bonaventura. Nella ripresa girandola di sostituzioni, nel Real entrano tra gli altri Bale, Benzema e Casillas, nel Milan dentro Pazzini, Poli, Essien e Armero. Al 3′ ancora El Shaarawy sul primo palo, Casillas devia in angolo. Ma sugli sviluppi ancora il Faraone servito da Poli trova il varco per il 3-1. Il Real colpisce un palo con Jesè all’8′, ma è ancora il Milan a fare male di testa con Pazzini (entrato al posto di Menez) che pesca il 4-1. Un risultato tondo, sporcato solo in parte dal rigore (ingenuo Niang) che al 39′ viene trasformato da Benzema.
 

serie A

milan ac
Real Madrid
Protagonisti:
Fonte: Repubblica

Commenti