Celestini: “Importante vincere contro le piccole: ecco cosa ci diceva Bianchi. Higuain? Servono anche altri campioni”

Celestini

Costanzo Celestini, ex storico calciatore del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli :”Se si riesce a fare bottino pieno contro le squadre medio piccole, la strada è in discesa per il secondo posto. Lo scontro con le grandi è sempre un enigma, però se hai fieno in cascina contro le piccole, è sempre un vantaggio. 
Cosa ci diceva Bianchi quando sia affrontavano queste partite? Era uno che rompeva le scatole (ride, ndr), dopo la vittoria si pensava sempre alla prossima partita. L’allenatore in questi casi è stato molto determinante, non ci faceva mai abbassare la guardia. 
Higuain? E’ un leader: lo noti anche quando viene sostituito, non vuole mai uscire dal campo, ha carisma, ma credo che debba essere affiancato da qualcun altro. Questi giocatori che vogliono vincere, non si accontentano più dei piazzamenti.  Il Napoli deve essere rinforzato con qualche Campione, in porta, in difesa e a centrocampo.
Si può agganciare la Roma? Io penso sempre che il Napoli debba puntare sempre al massimo, anche puntare al primo posto: nel calcio siamo abituati a vedere sempre di tutto, oggi gli azzurri dimostrano di avere una grande tranquillità. Se tu pensi in questa maniera, il secondo posto può essere un obiettivo raggiungibile.”

Giuseppe Di Marzo

Commenti