Roma, Garcia: ”E’ ora di tornare a vincere. Destro? Via perché voleva più spazio”

ROMA – La Roma saluta Mattia Destro e si prepara alla sfida di sabato sera contro l’Empoli. Già due i confronti in questa stagione contro i toscani che hanno permesso a Rudi Garcia di apprezzare la qualità della squadra di Sarri e tentare di correggere gli errori – specialmente in fase offensiva  – che hanno caratterizzato l’ultima sfida in Coppa Italia, quando i giallorossi trovarono la vittoria solamente nei tempi supplementari, peraltro grazie a un calcio di rigore discusso. Il tecnico francese, però, rassicura ambiente e tifosi: il colpo in attacco che tutti si aspettavano in queste ore, arriverà certamente entro martedì.

DESTRO VOLEVA PIU’ SPAZIO – “Su Destro non cambio avviso. E’ un centravanti di talento ma voleva giocare di più: per questo era normale lasciarlo andare. Prima di martedì arriverà il sostituto, un centravanti ancora più forte che ci aiuti nella seconda parte di stagione. Il nome? Se lo facessi vi toglierei il lavoro”. L’identikit corrisponde al nome di Seydou Doumbia, attaccante ivoriano attualmente impegnato in Coppa d’Africa: c’è l’accordo tra la Roma e il Cska per il prestito con diritto di riscatto. Un’operazione da circa 18 milioni complessivi. Qualche rimpianto deve averlo avuto Rudi Garcia sulla partenza dell’attaccante ascolano. Non ha apprezzato particolarmente l’atteggiamento di una parte dell’ambiente che non lo ha sostenuto a dispetto dei numeri e dei suoi gol. Ma a chi gli chiede il perché di alcune dichiarazioni – in cui aveva assicurato che nessuno sarebbe partito nella sessione invernale di mercato e che Destro rientrava a pieno nei suoi progetti tattici  –  l’allenatore risponde semplicemente: “Finché un giocatore è della Roma io lo difendo”. Magari, pur non facendolo giocare quanto avrebbe meritato.

ERRORI DI STRATEGIA? – Keita e Gervinho impegnati nella Coppa d’Africa. Leandro Castan alle prese, da inizio stagione, con il delicato percorso riabilitativo dopo la rimozione del cavernoma. Kevin Strootman che ora, dopo l’operazione al crociato, dovrà sottoporsi ad un nuovo intervento. E ancora. Maicon che non dava garanzie – sotto il profilo atletico – dopo l’impegno al Mondiale in Brasile. Destro sempre in bilico tra la sua voglia di giocare e l’impossibilità per il tecnico di concedergli più spazio. E una serie infinita (20) di infortuni muscolari. Tutto ciò si poteva prevedere? “Non sapevamo – replica Garcia – che tutti questi problemi ci avrebbero creato tante difficoltà nel trovare la giusta continuità. Nel mercato, poi, il timing non sempre è semplice: una società non deve prendere un giocatore tanto per prenderlo ma per assicurare una plusvalenza al gruppo. Questo verrà fatto prima di martedì”.

“CONCENTRATI SULL’EMPOLI” – Non è, però, il mercato il primo interesse di Rudi Garcia alla vigilia del match contro l’Empoli. Il tecnico della Roma – che si dice fiducioso della rosa a disposizione nonostante le tante assenze (spazio a Paredes) – si cela dietro al consueto leitmotiv del “concentrarsi al 100% per la prossima partita, perché è la più importante”. Chiama i tifosi a stringersi intorno la squadra, durante un periodo difficile in cui i tre punti faticano ad arrivare: “Non siamo una semplice squadra, noi siamo la Roma. I tifosi devono sapere che è proprio quando le cose vanno un po’ meno bene che abbiamo bisogno di loro”. C’è, infatti, l’esigenza di invertire il trend delle ultime apparizioni che ha visto la sua squadra ottenere tanti segni ‘X’ (6) nelle prime 20 partite di campionato, come non accadeva dai tempi di Spalletti nella stagione 2007/2008: “Abbiamo dimostrato ad inizio stagione che all’Olimpico sappiamo come fare per vincere. Dobbiamo tornare a farlo e sarà più semplice se non andremo in svantaggio, se daremo continuità nel match iniziando forte e cercando il gol nei primi minuti. La voglia che hanno i miei giocatori  –  conclude  –  la devono trasferire in campo dal fischio d’inizio”. Se è preoccupato dal pressing del Napoli e dalla distanza (-7) dalla Juventus? “Finché so che i giocatori danno tutto in campo sono tranquillo. Dobbiamo pensare solo a noi e guardare avanti e sfruttare, già contro l’Empoli, il fatto che giochiamo in casa. Se i nostri tifosi sosterranno la squadra come sempre hanno fatto, sarà un vantaggio importante”.
 

as roma

serie A
Protagonisti:
Rudi Garcia

Fonte: Repubblica

Commenti