Il Cesena frena la Juve al Manuzzi, la Roma resta a -7

Il posticipo della 23esima giornata di Serie A finisce 2-2. Gli uomini di Allegri vanno sotto con Djuric. Morata e Marchisio ribaltano il risultato, ma il gol di Brienza al 70′ nega alla Juve la possibilità di allungare sui giallorossi

CESENA-JUVENTUS 2-2
17′ Djuric (C), 27′ Morata (J), 33′ Marchisio (J), 70′ Brienza (C).

Guarda la cronaca del match

LE PAGELLE

La Juve non sfrutta il mezzo passo falso della Roma e non va oltre il 2-2 a Cesena. La 23esima giornata di Serie A si conferma indigesta e ricca di sorprese per le prime tre squadre del nostro campionato. Dopo il ko del Napoli a Palermo e lo 0-0 della Roma contro il Parma ultimo all’Olimpico nel pomeriggio, ha mancato l’appuntamento con la vittoria e con la possibile fuga a +9 anche la Juve nel posticipo di questa pazza giornata di campionato.

Occasione mancata – Al Manuzzi finisce 2-2. Ma la Juve ha avuto all’81’ la grande occasione per far sua la partita. Con Vidal che ha fallito un calcio di rigore decretato da Russo per un fallo di mano di Lucchini nell’area del Cesena. Le polemiche, che hanno contraddistinto questi giorni del nostro calcio, sono state spazzate via dalla bellezza e dall’imprevedibilità di questo sport che in un sol colpo ha visto frenare Juve, Roma e Napoli.

Orgoglio Cesena
– La Juve, che aveva subito due gol in campionato in questa stagione solo dalla Roma, ha cominciato la sfida in maniera contratta, soprattutto per merito di un Cesena attento, organizzato e aggressivo. Buffon è stato il migliore dei bianconeri nei primi minuti. Primi minuti dove i 38 punti di distacco tra le due squadre sono parsi inesistenti. Il gol di Djuric ha però frenato la verve del Cesena, che appena ha provato a rilassarsi un po’ ha subito l’1-2 firmato Morata-Marchisio. Poi quando la Juve sembrava essere in pieno controllo della partita il Cesena ha trovato con Brienza la rete che rinvigorisce le speranze salvezza degli uomini di Di Carlo, che salgomo a quota 16 in classifica, e sancisce l’occasione mancata della Juve.

Il Manuzzi ricorda Pantani – “14/02 Ieri, oggi e domani, verità e giustizia per Marco Pantani”. E’ lo striscione apparso sulla curva del Cesena nel pre-partita della sfida casalinga con la Juventus al Manuzzi, all’indomani dell’11/o anniversario della morte del campione di Cesenatico. E mentre la curva scandiva il nome del Pirata, da tutto lo stadio si è innalzato un applauso. “Ciao Marco”, la scritta dedicata a Pantani sul tabellone luminoso che ha proposto una fotografia in bianco e nero del ciclista.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 164 volte