La Roma frena, ok Lazio e Genoa. L’Inter fa poker

Nella 23.a giornata il Parma blocca sullo 0-0 la squadra di Garcia che ottiene il quinto pareggio consecutivo in casa. Nella corsa all’Europa tre punti preziosi per Pioli e Gasperini contro Udinese e Verona. Guarin travolgente sul campo dell’Atalanta

Guarda la cronaca delle partite

LE PAGELLE

Cinque sconfitte su cinque nel 2015, una situazione societaria che aspetta ancora di essere risolta nel migliore dei modi e nel campo una squadra che mette soprattutto impegno e dignità. E’ bastato questo al Parma per fermare una Roma lontana parente di quella ammirata nella prima parte di stagione. Nonostante l’esordio di Doumbia la squadra di Garcia continua a stentare, lasciando spazio alla Juve ormai sempre più lanciata verso lo scudetto, e incapace di blindare il secondo posto. 0-0 dei giallorossi che incappano nel quinto pareggio interno consecutivo. Per la squadra di Donadoni un punto che tiene accesa la speranza di una salvezza comunque possibile. L’unica consolazione per Garcia resta quella di aver guadagnato un punticino sul Napoli pericoloso inseguitore.

Coglie la seconda vittoria consecutiva l’Inter di Mancini che sembra aver trovato, finalmente, la quadratura del cerchio. I nerazzurri vincono 4-1 a Bergamo su un campo storicamente complicato. Mattatore dell’incontro Fredy Guarin autore di una doppietta accompagnata dal rigore di Shaqiri (primo gol italiano per lui) ad aprire la gara e dalla rete di Palacio a chiuderla su un punteggio che alimenta nuove speranze d’Europa grazie anche al sorpasso sul Milan.

Le stesse speranze continua a nutrirle anche il Genoa che dopo tre pareggi casalinghi consecutivi ritrova il successo a scapito di un Verona generoso ma incapace di reggere la forza d’urto degli uomini di Gasperini. Marassi tiene a battesimo i primi gol (due) di Niang nel campionato italiano. Nel 5-2 finale trovano spazio anche l’autogol di Agostini e le singole di Bertolacci e Perotti. Mandorlini può solo accontentarsi della doppietta di Luca Toni che vale, tuttavia, zero punti.

Continua a recitare il ruolo di lepre nella rincorsa all’Europa League la Lazio che si risolleva dopo un periodo deficitario dal punto di vista dei risultati. La squadra di Pioli torna a vincere in trasferta dopo il capitombolo di Cesena grazie a un calcio di rigore, con tanto di cucchiaio, segnato da Candreva davanti al suo ex pubblico. Per la squadra di Stramaccioni solo tre vittorie nelle ultime 18 giornate di campionato e un successo che manca al Friuli da ottobre.

Dopo quattro vittorie consecutive rallenta la sua marcia il Torino che all’Olimpico impatta 1-1 contro un Cagliari desideroso di conquistare punti salvezza. Succede tutto in 60′: al gol del vantaggio segnato da Donsah risponde El Kaddouri. Per il Cagliari un pari prezioso nella lunga rincorsa alla salvezza.

Fonte: SkySport

Commenti