Benitez: “Non penso al rinnovo”. Staffetta Rafael-Andujar

Rafa Benitez chiede concentrazione: “Pensiamo alle partite e non al mio futuro e al mercato” (Getty)

L’allenatore del Napoli parla della sua situazione contrattuale (“Concentrato su questa stagione”) e della sfida con gli emiliani di lunedì. Squalificato Higuain, dubbio in porta: “Rafael o Andujar? Non ho ancora deciso. Possono giocare entrambi al 50%”

“In questi tre mesi sarà fondamentale ogni partita. Bisogna essere tranquilli e concentrati. Vedo che si parla di mercato, del mio futuro. Io capisco che i giornali e le radio parlino di tutto. Ma abbiamo davanti partite importantissime. Concentriamoci sulle partite e non sul mio futuro e sul mercato”. Il tecnico del Napoli, Rafa Benitez, pensa solo alla sua squadra e agli obiettivi da raggiungere nel finale di stagione e allontana ogni discorso sul rinnovo del suo contratto che scade a giugno.

Il futuro immediato si chiama Sassuolo che verrà al San Paolo lunedì sera: “Non sarà una gara semplice. Giocano bene ed hanno fiducia. Noi dobbiamo provare ad avere la continuitα di cui abbiamo parlato sempre”, aggiunge il tecnico spagnolo che poi parla di Manolo Gabbiadini che nell’ultima di campionato a Palermo ha tenuto in panchina. “Ci può stare. La competizione è importantissima. E’ importante proteggere questi calciatori che stanno facendo così bene. Non dico se gioca o meno, dico che abbiamo tante partite e devono giocare tutti. Gabbiadini sta ancora imparando. I moduli dipendono dagli interpreti. Noi lavoriamo sulla testa dei calciatori e se sono intelligenti crescono ancora di più”.

Contro gli emiliani mancherà Higuain, squalificato: “Possono giocare sia Duvan che Gabbiadini. Abbiamo due possibilità ed è molto positivo per noi. Per me è un problema, ma è un benedetto problema”.
Infine Benitez torna sulla bella vittoria in Europa League contro il Trabzonspor per 4-0: “La cosa più importante è che abbiamo fatto quello che dovevamo fare, portando un buon risultato con un buon calcio. Al di là di quello che dice la gente la cosa importante era la concentrazione. In Turchia l’atmosfera è molto difficile. Con il Liverpool contro il Besiktas ho perso 2-1 in trasferta e poi ho vinto 8-0. Vittoria importante per poter gestire meglio il ritorno”.

Fonte: SkySport

Commenti